Regione Lazio : 5000 medici in campo contro le ondate di calore

La Regione Lazio ha attivato il piano contro le ondate di calore per far fronte alle alte temperature previste da oggi e per i prossimi giorni

Riceviamo e pubblichiamo

In prima linea ci sono i 5000 medici di famiglia operanti  a Roma e nel Lazio.  A loro è affidato il compito di realizzare una sorveglianza attiva sulla popolazione suscettibile identificata  sulla base dei quattro diversi livelli di rischio definiti dall’Osservatorio epidemiologico regionale, ed  inserire nel programma i pazienti che ne hanno più bisogno a prescindere dall’età.

Il programma prevede visite domiciliari correlate al livello di rischio, se il sistema di sorveglianza meteorologica indica un livello di allarme medio entro le 72 ore, il medico dovrà programmare visite domiciliari, se il livello è appena superiore per i soggetti più suscettibili e a rischio  la visita a casa deve essere fatta entro le 48 ore e se il livello  di allarme rosso persiste l’accesso va ripetuto.

Ciascun paziente avrà anche una scheda personale. Oltre 40 mila le persone coinvolte.  Di queste, 30mila presentano patologie respiratorie o cardiocircolatorie.

Specifici sistemi di allarme utili a modulare gli interventi sono previsti in sei città del Lazio, Roma, Latina, Frosinone, Viterbo, Rieti e Civitavecchia.

I bollettini d’allarme saranno pubblicati ogni giorno sul sito del Ministero della Salute a questo indirizzo www.salute.gov.it e sul sito dell’Osservatorio del dipartimento di epidemiologia del Lazio www.deplazio.net

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: