Rilanciare la propria attività con un sito web

Con la comparsa del Covid, il settore del commercio ha dovuto adeguarsi ad una ennesima rivoluzione derivante dalle nuove necessità sanitarie.

Un gran numero di persone, proprio nel corso del lockdown, ha deciso di concentrarsi sugli acquisti online, per cercare da un lato di tamponare una situazione che impediva di recarsi nei negozi fisici e dall’altra consigliava di limitare al minimo i rischi che ne potevano derivare. Di fronte a questo drastico mutamento delle abitudini di acquisto, molti esercenti hanno deciso quindi di affiancare una vetrina virtuale a quella fisica, se non addirittura di concentrarsi sul web.

La necessità del sito web

Avere un sito web, nella nuova situazione, è quindi considerato un punto irrinunciabile. Se prima dell’arrivo del Covid si poteva pensare ad esso come una sorta di aggiunta, ora per un gran numero di realtà è assolutamente indispensabile una vetrina virtuale. E soprattutto che sia in grado di proporre continui motivi di interesse al visitatore, spingendolo a restare e dare vita ad alcune azioni ben precise.

Ne consegue la necessità di rivolgersi a veri e propri specialisti, ai quali sarà affidato il compito di dare vita ad un sito in grado di reggere il confronto e risultare attraente nei confronti di una larga clientela. In questa ottica occorre quindi ottimizzarlo sia dal punto di vista grafico, che dei contenuti.

La grafica

Una grafica obsoleta può costituire un vero e proprio pugno nell’occhio del visitatore, inducendolo a migrare verso altre piattaforme senza pensarci troppo. Occorre quindi evitare che ciò accada, dando non solo un aspetto moderno al sito, ma anche cercando di mantenerlo al passo coi tempi.
Inoltre, esso deve possedere due caratteristiche fondamentali:

1) la facilità di aggiornamento, che deve essere possibile all’azienda senza dover passare ogni volta attraverso chi lo ha progettato, comportando costi aggiuntivi e ritardi;
2) la capacità di adattamento alla fruizione da mobile, considerato che il 65% del traffico passa ormai attraverso gli smartphone. Non tenere conto di questo fatto significa impedire il contatto con questa fetta maggioritaria di utenti.

I contenuti

Un sito ben fatto dal punto di vista grafico può essere gradevole da visionare. Dopo un po’ di tempo, però, i contenuti iniziano ad assumere una importanza sempre maggiore. Occorre perciò aggiornarli di continuo, magari provando a integrare un blog o una sorta di notiziario in cui siano riepilogate le notizie inerenti al settore merceologico in cui opera l’azienda. Infine, una volta caricati contenuti di qualità, occorre fare in modo che essi siano facilmente raggiungibili e che il visitatore sia in grado di muoversi senza difficoltà all’interno del sito.

Grazie ad una sitemap perfettamente congegnata si consegna all’utente questa possibilità e lo si può invogliare a dare vita ad alcune azioni chiave, ad esempio spingerlo ad iscriversi ad una mailing list o a compilare un modulo di informazioni.  

Foto di Boskampi da Pixabay

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: