Anastasia Kurakina, Riflessioni al Centro Russo di Scienza e Cultura

Anastasia Kurakina. Riflessioni, Mostra Personale. Da martedì 21 febbraio a venerdì 10 marzo. Inaugurazione e cocktail martedì 21 febbraio, dalle 19.30 alle 21.30.

Si inaugura martedì 21 febbraio 2017 dalle 19.30 alle 21.30, a Roma, al Centro Russo di Scienza e Cultura, la mostra personale di Anastasia Kurakina, “Riflessioni”. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 10 marzo, tutti i giorni dalle 9 alle 18 (tranne il 23, 24, 25, 26 febbraio e nei giorni 4, 5, 8 marzo).

Il titolo “Riflessioni” indica il duplice significato di riflettere e insieme i riflessi allo specchio. I riflessi che ci fanno riflettere, dunque. Tanto che alcune opere saranno stampate su uno specchio, in modo che lo spettatore possa vedere se stesso nel ritratto di un uomo, di una donna o, forse, in un ritratto dello spettatore stesso non ancora dipinto.

Saranno esposte circa cinquanta opere, soprattutto ritratti prevalentemente fatti dal vivo, di varie dimensioni e dalle diverse tecniche: acquerello, china, tempera su carta. Alcuni dipinti verranno affiancati da foto e video che illustrano il processo creativo e spiegano allo spettatore il significato più profondo del ritratto, ovvero un modo per conoscere se stessi, per scoprire e riscoprire aspetti nascosti e sconosciuti dell’animo.

In mostra anche la proiezione di un video di alcuni live painting realizzati precedentemente a Roma, a Londra e alla Biennale dell’acquerello a Fabriano.

La mostra presenta solo una parte delle opere realizzate negli ultimi due anni nei diversi luoghi dove l’artista ha esposto e dove ha eseguito dei ritratti e dei live painting su commissione: Monte Carlo, Losanna, San Pietroburgo, Milano, Londra, Mosca, Roma e altri.

Durante il vernissage d’apertura l’artista forse si esibirà in una sessione di live painting.

Dopo una personale all’Ambasciata Americana a Roma, una al Museo dell’Arte Contemporanea a Porto Cervo la scorsa estate e una a San Pietroburgo al Pushkinskaya-10 Art Center, nella Art Ligue Gallery lo scorso dicembre, dopo questa mostra, Anastasia Kurakina inaugurerà in primavera una personale in Svizzera e una a Londra.

Anastasia Kurakina ha esposto a Mosca, in Messico, a Los Angeles, a Londra, a Milano, a Venezia, in Svizzera, a Oxford, a Cambridge, a San Pietroburgo, a Roma, a Porto Cervo e in altre località. Inoltre è vincitrice di numerosi premi d’arte nazionali e internazionali.

Il Live painting di Anastasia Kurakina è una sessione di pittura ad acquarello eseguita direttamente al pubblico. I ritratti sono eseguiti dal vivo e in brevissimo tempo, in grande formato e senza disegno preparatorio. Le pennellate sono ampie e larghe ma allo stesso tempo descrivono minuziosamente i tratti essenziali del soggetto ritratto: i colori prendono il posto delle sue emozioni e dei suoi sentimenti sino a restituire fedelmente il suo sguardo.

Nelle sue opere Anastasia porta con sè le tradizioni e i fondamenti della scuola russa ma li reinventa, scrivendo una nuova pagina nella storia del ritratto contemporaneo ad acquerello.

Anastasia Kurakinanasce a Mosca nel 1987 ed è cresciuta in una famiglia d’artisti: suo padre Sergey, è l’autore dell’icona «Novorusskaya Bogomater».

La nonna materna, Olga Kondratieva, fu allieva di V. Veizberg (le cui opere sono presenti nella collezione della Galleria Statale Tret’jakov a Mosca) che a sua volta fu allievo di Giorgio Morandi. Suo zio ha realizzato le principali sculture per il Parco Nazionale Losiny Ostrov a Mosca. Vive e lavora a Roma.

Orari di apertura: tutti i giorni dalle 9 alle 18, tranne il 23, 24, 25, 26 febbraio e il 4, 5, 8 marzo. Centro Russo di Scienza e Cultura, Piazza Benedetto Cairoli 6, Roma. Ingresso libero

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: