La casa del Cinema, 9 settimane e mezzo dal 13/07 al 21/09

Alla Casa del Cinema: Ingresso gratuito consentito fino ad esaurimento posti. In caso di pioggia le proiezioni previste al Teatro all’aperto si terranno nella Sala Deluxe. Il programma può subire variazioni

Con l’estate torna l’imperdibile rassegna ospitata dal Teatro all’aperto della Casa del Cinema: dal 13 luglio al 21 settembre saranno “9 settimane e mezzo” di cinema declinato in 7 rassegne pensate, come di consueto, per pubblici diversi e articolate in appuntamenti settimanali.

Il lunedì con Tutti al mare anche chi è rimasto in città potrà andare in spiaggia rivivendo l’estate degli italiani attraverso i decenni, dai primi anni ’50 fino ad oggi e scoprirà (o ricorderà) come è cambiata la vita in spiaggia, dall’innocenza di “Domenica d’agosto” all’amara alienazione di “Tutti al mare” con l’ombra tragica di “Terraferma”. Il martedì, invece, sarà dedicato all’Omaggio a Suso Cecchi d’Amico e Pietro Germi che quest’estate avrebbero compiuto 100 anni; il mercoledì sarà la volta di Da Salisburgo a Villa Borghese, rassegna dedicata a tutti i melomani che potranno ammirare otto capolavori dell’opera lirica; il giovedì si celebreranno i Maestri della scena, costumisti e scenografi che hanno contribuito in modo determinante a creare l’immagine del cinema italiano; il venerdì con Chi è di scena saranno proposte le versioni cinematografiche di alcuni classici del teatro mondiale; il sabato con Amici miei sarà una giornata dedicata agli amici animali, protagonisti di tante pellicole. Infine, la domenica sarà possibile ripassare la storia della nostra Roma, facendosela raccontare da Gigi Magni grazie alla rassegna La Roma di Gigi Magni che accompagna la mostra “Gigi Magni: epigrammi all’inchiostro di china” ospitata dalle sale interne della Casa del Cinema dal 14 luglio al 21 settembre.

La Casa del Cinema è una struttura promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Dipartimento Cultura con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura, Arte e Sport della Regione Lazio con al direzione artistica di Caterina d’Amico e la gestione di Zètema Progetto Cultura.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: