Animalisti al Pantheon. Monica Cirinnà Vs Marino e Miccoli

Non poteva mancare la senatrice Monica Cirinnà. Una dichiarazione “di guerra” al sindaco Ignazio Marino “vi chiedo scusa se vi ho detto di votarlo”

al Senato hanno molto da fare ultimamente, dalla riforma del divorzio breve che seguiamo da vicino e aspettiamo approdi al vaglio dei senatori, la legge elettorale, la riforma del Palazzo stesso e a quanto pare, non manca l’interesse per le attività di Ignazio ed Estella Marino nei riguardi degli animali. Monica Cirinnà, animalista da sempre, viene chiamata in causa – anche se per la causa lei si era già spesa e continua a farlo – e da qualcuno accusata di farsi propaganda alla ricerca di visibilità personale o nuovi incarichi.

Monica Cirinnà il messaggio lo manda forte e chiaro: “lo dico al collega Miccoli, che non si è mai sporcato le scarpe di merda come me, non osasse parlare di noi! Forse lui che si è occupato di sindacato dei lavoratori, si occuperà dei lavoratori licenziati dai canili comunali! Allora si lavasse la bocca prima di parlare di quello che voi fate nei canili e che io ho fatto per tanti anni”

Ci ho messo la faccia e vi chiedo scusa se vi ho detto di votarlo! Questo il sunto delle parole di Monica Cirinnà alla conferenza stampa degli animalisti uniti alla fiaccolata al Pantheon, è arrabbiata come tutti e propone di incatenarsi o anche di chiudere con i lucchetti le gabbie dei canili così che nessuno possa portarli via. Ricordo che la delibera 148 prevede la chiusura di 4 canili comunali su 6 e la riduzione dei posti alla Muratella.

Monica Cirinnà sarà presente anche domani, giovedì 12 giugno, in piazza del Campidoglio per chiedere l’abrogazione della Delibera che è stata definita”ammazzacanili” nella pagina creata su Facebook intitolata “assalto animalista in Campidoglio. Conclude il suo intervento dichiarandosi nemica di Ignazio Marino e dell’assessora Estella Marino, e a guardare il video del suo intervento c’è da aspettarsi che sia di parola.

[youtube]https://youtu.be/2iPD_CU7lC0[/youtube]

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: