Il funerale dei diritti degli animali. Fiaccolata al Pantheon

Associazioni animaliste unite al Pantheon per celebrare il funerale dei diritti degli animali. Interviste e dichiarazioni

 

La Giunta Capitolina e il sindaco Ignazio Marino hanno il merito di unire; i dipendenti comunali vedi polizia locale, maestre e amministrativi, ora le associazioni animaliste. Chi lo aveva votato e sostenuto, chi lo ha contrastato sin dalla campagna elettorale. Ora sono tutti uniti sotto ad un unico obbiettivo: far rispettare al sindaco Ignazio Marino e alla sua assessora Estella Marino, i punti programmatici presentati in campagna elettorale sui diritti degli animali.

Altrimenti saranno lucchetti alle gabbie per non far toccare i cani e catene per protestare a Piazza del Campidoglio. Giovedì 12 giugno si terrà l’attesissimo Consiglio in Aula Giulio Cesare. Le sarti e le prossime mosse degli animalisti si decidono in quella data.

La nostra prima intervista è per Gianluca Felicetti, presidente LAV. Con lui approfondiamo quanto abbiamo precedentemente annunciato sulle Botticelle a traino animale; i diritti degli animali sono stati contestati per pura tendenza politica! Ricordiamo la proposta fatta dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di abolirle, la stessa che viene bocciata, le giustificazioni sconcertanti di chi ha votato contro e le promesse, sino ad oggi disattese, di provvedere a nuove mozioni.

[youtube]https://youtu.be/_u9xWgEtju0[/youtube]

Valter Caporale, presidente degli Animalisti Italiani è stato all’opposizione di Ignazio Marino sin dalla prime battute campagna elettorale, ha sempre considerato il chirurgo con passato da vivisettore completamente inadeguato per svolgere il delicato compito di sindaco della capitale Italiana. I diritti degli animali, l’esigenza di un garante e l’immediata  presa di posizione nei riguardi della delibera 148 del 22 maggio – che sarà appunto votata il 12 giugno – necessita di un pugno di ferro.

[youtube]https://youtu.be/LmwZnsOLOOE[/youtube]

Non poteva mancare l’intervista ad una volontaria che da anni presta opera gratuita ai canili romani. Lamenta la mancanza di un riferimento cui rivolgersi in caso di necessità, per poter denunciare immediatamente violenze a danno degli animali dove riferirsi anche quando si incontrano animali feriti.

[youtube]https://youtu.be/947h02Iyd3c[/youtube]

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: