Baby squillo: Mussolini caccia il marito, coinvolto nell’inchiesta

Tra gli indagati per il caso “baby squillo” c’è anche il marito di Alessandra Mussolini, Mauro Floriani, cacciato di casa dalla moglie.

Il caso baby squillo, secondo i primi numeri, avrebbe coinvolto circa venti clienti indagati, e tra questi figurerebbe anche quello di Mauro Floriani, marito della politica Alessandra Mussolini. Il caso, circoscritto al quartiere Parioli di Roma, sta tenendo banco già da parecchi giorni visto l’elevato giro creato dalle due minorenni fautrici dello “scandalo”, e Floriani è uno tra gli indiziati principali.

Sposato con Alessandra Mussolini dal 1989, Mauro Floriani non è nuovo a casi “scabrosi”: prima dello scandalo baby squillo, infatti, l’attuale marito della Mussolini sarebbe stato indagato per conflitto d’interesse, dopo aver abbandonato la divisa da capitano della Guardia di Finanza e vestito quella da dirigente. A causa del caso baby squillo, Mauro Floriani è accusato di prostituzione minorile: il marito della Mussolini ha provato a discolparsi davanti ai giudici, ma secondo gli inquirenti esistono prove assolutamente concrete che lo inchioderebbero (definite dalla Procura con l’aggettivo “incontrovertibili”), tra cui intercettazioni telefoniche, tabulati e ricognizioni fotografiche.

In passato Alessandra Mussolini ha sempre difeso a spada tratto le azioni del marito, ma stavolta s’è dovuta arrendere all’evidenza: Floriani rischia quattro anni di carcere, e nel frattempo la moglie ha deciso di cacciarlo di casa in attesa del giudizio definitivo. Attualmente la politica s’è trasferita dalla madre insieme ai tre figli, Caterina, Clarissa e Romano, dichiarando di volerli proteggere a tutti i costi, abbandonando momentaneamente la politica.

Lo sdegno della Mussolini sul marito e sul caso baby squillo acquisisce maggior significato considerando che nel 2012 la politica s’è occupata della ratificazione della Convenzione di Lanzarote, per la protezione dei minori dall’abuso e dallo sfruttamento. Danno e beffa quindi per lei, che per anni ha lottato per i diritti dei minori visti poi infranti proprio dal marito.

Giuseppe Senese

Sono un laureando in Scienze e Tecnologie Informatiche, che nutre anche numerose passioni come la musica, il cinema e il calcio. Adoro il Rock Progressivo degli anni 70' (soprattutto quello britannico e quello italiano) e sono un tifoso sfegatato del Napoli.

Un pensiero su “Baby squillo: Mussolini caccia il marito, coinvolto nell’inchiesta

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: