Cronaca

Monti e Grillo. Solo Parole

Sono di due giorni fa i dati diffusi da Audiweb, ci informano che il 79% degli italiani accede regolarmente a internet. Non si può dire nulla, è una fetta molto consistente della nostra popolazione, quindi mi sembra giusto dare un’occhiata all’annuale classifica Yahoo delle parole più cercate in rete.

Chiamatelo sondaggio, se volete, a mio modesto avviso è una fotografia del Paese quanto mai veritiera, perché scattata nella situazione di maggiore privacy, quando ciascuno, solo con i propri interessi, si trova nella tranquillità davanti allo schermo del PC, o tablet che sia.

Nei primi posti della classifica generale troviamo evergreen come facebook, il meteo e l’oroscopo, mentre è interessante vedere come alla quinta posizione ci sia Beppe Grillo e alla sesta Nicole Minetti. Inoltre il terremoto (7° posizione) è stato ben più visionato dell’IMU(8° posizione) e qua credo sia d’obbligo un morale ringraziamento agli italiani. L’i-phone 5, invece, nonostante la crisi, si accaparra la nona posizione.

Andando sui dispositivi mobili, spadroneggiano temi di sport e spettacolo, con Belen Rodriguez in vetta alla classifica. Ritroviamo tuttavia anche la Minetti e il terremoto.

Passiamo adesso a parlare di politica, con Beppe Grillo al primo posto seguito da Berlusconi, abbiamo solo due donne nella top10, la Carfagna (3° posto) e la Santachè (9°posto). Ritengo interessante notare due aspetti, Monti , il nostro Premier, è solamente al 5° posto, preceduto anche da Matteo Renzi (4° posto) che supera di ben sei posizioni l’avversario Bersani (10° posto).

Purtroppo, prima di concludere, devo menzionare un’altra classe di termini molto ricercati, le parole legate alla crisi. Massimo dei clik in questo campo per IMU, calcolo pensioni e Spending review.

Contatta Giulia Gestri

 {jcomments on}

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!