Rose Scarlatte di Laura Mancini

In scaffale, per la collana SenzaBarcode arriva Rose Scarlatte, il romanzo di Laura Mancini.

Quella di Rose Scarlatte può sembrare la classica trama basata su una storia torbida tra una giovane donna ingenua e un affascinante uomo navigato, ma in realtà la vicenda dei protagonisti funge solo da spunto per trattare tutta una serie di problematiche più profonde, legate all’amore, all’amicizia, al destino e alla vita intera. Laura Mancini appassiona il pubblico con la sua scrittura diretta e efficace, capace di penetrare l’animo umano con delicatezza, smuovendo l’intima coscienza e invitando il lettore a ragionare assieme ai personaggi.

La trama

Dafne e Andrea sono due attori amatoriali parte di una compagnia teatrale i quali, attratti l’uno dall’altro, intrecciano una relazione che cambierà profondamente il loro modo di concepire l’amore e i legami. Provengono infatti da due mondi completamente differenti: lei ha ancora un rapporto adolescenziale con il suo fidanzato storico, lui ha un groviglio di sentimenti che non riesce a comunicare adeguatamente agli altri.

Una figura complicata, che trascinerà la ragazza in un amore differente da quello alla quale è abituata, ammaliandola con i suoi modi adulti che celano ferite del passato. La comunicazione tra i due protagonisti all’inizio è solo accennata, basandosi su giochi di sguardi, mezze rivelazioni, poesie, che devono essere filtrate dal lettore per cercare di cogliere quali sono realmente le sensazioni provate dai due personaggi.

La domanda che alla fine sorge spontanea è se un’esistenza fatta di passione fugace e illusoria può essere considerata degna di essere vissuta o è necessario, a un certo punto, fissare delle basi per costruire un futuro più solido improntato sul dialogo.

È la storia di una ragazza che diviene donna e riscopre il suo lato sensuale e femminile

Certamente le parole di Laura Mancini permetteranno di vivere sulla propria pelle il brivido del desiderio, bramando quasi di poter sbirciare dal buco della serratura e capire come la chimica tra Andrea e Dafne riesca ad unirli al di là dell’aspetto verbale. Non è quindi solo la storia di una passione clandestina, ma un viaggio alla scoperta di sé stessi che porta lo spettatore a chiedersi fino a che punto si spingerebbe sotto l’impulso del desiderio fisico e dell’attrazione mentale.

Sono domande che continueremo a farci per tutta la lettura, confrontando la nostra esperienza con quella della protagonista e domandandoci se avremmo assunto comportamenti uguali o diversi ai suoi.

L’autrice

Laura Mancini è laureata in Lingue, ha ottenuto l’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti nel 2006 e svolto attività come collaboratrice e caporedattrice di numerose testate italiane e straniere. Tra il 2003 e il 2010 ha pubblicato poesie, racconti brevi e racconti di viaggio per diversi editori. Dopo molti anni di esperienza tra quotidiani, mensili e riviste online, nel 2019 ha abbandonato il giornalismo per cimentarsi nell’attività di blogger e copywriter e tornare a dedicarsi alla narrativa.

Con CTL Editore ha già pubblicato nel 2020 il saggio L’italiano egli italiani nell’era di Instagram: i neologismi legati al mondo degli influencer, nella collana Nino Bozzi. Si tratta di un libro interessante e coinvolgente, che non potrete fare altro che divorare in poco tempo vinti dalla trama e dallo spessore psicologico.

Per acquistare il libro consigliamo il sito dell’Editore, senza costi aggiuntivi e senza spese di spedizione.

Titolo: Rose Scarlatte
Editore: Ctl (livorno)
Collana: SenzaBarcode
Pagine: 142
Prezzo: 14€
Isbn : 9788833873022

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: