Anti abusivismo: 1000 articoli e 1 ricercato

Operazioni anti abusivismo: sequestrato circa 1.000 articoli. La Polizia Locale ferma saltafila ricercato. Alla vista della Pattuglia si è dato alla fuga.

Era ben vestito e padrone della sua attività illecita, oltreché della lingua italiana, il saltafila fermato ieri dagli agenti della Polizia Locale Roma Capitale per le vie del centro. Alla vista delle pattuglie, in servizio nei pressi dei Fori Imperiali, l’uomo si è dato alla fuga per poi essere fermato dagli operanti a Via Cavour, dopo un vero e proprio inseguimento . Privo di documenti è stato condotto al Comando di Via della Consolazione per le procedure di identificazione e fotosegnalamento. Dai primi accertamenti è risultata a suo carico una nota di ricerca da parte della Questura, che ha preso in carico B.A., 36enne di nazionalità albanese.

Questo intervento si è reso possibile nell’ambito delle costanti operazioni che la Polizia Locale sta portando avanti per ripristinare decoro e legalità sul territorio capitolino, in modo particolare nelle aree maggiormente interessate dal fenomeno degli abusivi. Colosseo , Fori Imperiali, vie e piazze del Centro Storico, ma anche Isola Tiberina, Castel Sant’Angelo, Via della Conciliazione, Porta Angelica, Piazza Risorgimento e Musei Vaticani sono alcune delle zone che vedono impegnate le pattuglie del GSSU, del PICS, del I Gruppo Centro ( ex Prati e ex Trevi) nel contrasto alle attività illecite.

Nelle ultime 48 ore gli agenti hanno sequestrato circa 1.000 articoli tra braccialetti, cappelli, giocattoli, accessori di elettronica e bottiglie d’acqua, vendute a caro prezzo, congelate e scongelate diverse volte, aspetto che altera la conservazione del liquido, mettendo a rischio la salute dei consumatori.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: