Flash Milano, Jonghi: Piazzale Giulio Cesare spaccio e degrado

Dichiarazioni di Roberto Jonghi Lavarini: piazzale Giulio Cesare, ostaggio di spacciatori, degrado e molestie

Il bellissimo piazzale Giulio Cesare, con la appena restaurata fontana liberty, di fronte alla ex Fiera Campionaria di Milano, dove sorge il nuovo quartiere City Life, a pochi giorni dalla inaugurazione della piazza e dal meeting internazionale europeo, si ritrova ostaggio dello spaccio di droga, del degrado, della sporcizia e dei rumori molesti e della musica notturna a tutto volume.

A denunciare questa situazione, due simpatizzanti del movimento politico di destra Progetto Nazionale che abitano in zona: il Conte Maurizio Mariano (già consigliere di zona del Movimento Sociale Italiano) ed il Dott. Giuseppe Costi (Primario di Pediatria in pensione).

4Tutti i giorni, dal tramonto all’alba, soprattutto il venerdì ed il sabato sera, gruppi di ragazzi si ritrovano a fumare le canne (odori inequivocabili, sigarette e cartine non lasciano alcun dubbio) a bere alcolici e super alcolici, a fare schiamazzi, anche con musica da discoteca ad altissimo volume. Peraltro molti parcheggiano i loro motorini ed a volte persino le macchine, sul prato, sui marciapiedi e avanti ai passi carrai. Dalle abitazioni della piazza, lato pari e lato dispari, è facile individuare il giro di spaccio ed i singoli spacciatori, tutti giovani presumibilmente italiani, che riforniscono la piazza, giungendo in motorino. Oltre ai rumori molesti perduranti tutta la notte, la quarantina di giovinastri in evidente stato euforico, da alcool e droghe, buttano per terra ogni genere di rifiuto: bottiglie, bicchieri, pacchetti di sigarette, contenitori di plastica e cartone. Spesso si vede gente assumere cocaina nelle macchine parcheggiate, ogni tanto anche qualche effusione sessuale di troppo e, qualche volta, anche liti e risse per futili motivi (e cervelli in tilt per il mix di sostanze) e danneggiamenti a panchine ed auto.

“Conosco bene piazzale Giulio Cesare, ci abitavano i miei nonni, ed ho personalmente verificato la situazione di illegalità e degrado in cui versa la storica piazza appena restaurata ed inaugurata, in pompa magna, dal Sindaco Pisapia. Devono subito intervenire le autorità competenti, prima che il fenomeno si consolidi e degeneri. I curatori di City Life (Assicurazioni Generali in primis) che devono ancora costruire e vendere gran parte degli immobili del nuovo quartiere, dovrebbero stare più attenti alla sicurezza ed alla pulizia della zona. Comunque, se la situazione non migliorerà, in tempi brevi, Progetto Nazionale scenderà in piazza, giorno e notte, con presidi e ronde, per difendere i sacrosanti diritti dei milanesi”

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Un pensiero riguardo “Flash Milano, Jonghi: Piazzale Giulio Cesare spaccio e degrado

  • 2 novembre 2014 in 15:28
    Permalink

    Come per il parco delle Basiliche, la giunta ha espressamente vietato ai vigili urbani di intervenire dietro segnalazione dei cittadini. L’unica soluzione, come per il centro sociale di via s. croce, bisogna raccogliere le firme dei residenti e poi presentarle al prefetto che può scavalcare il sindaco (sono stato uno dei promotori della raccolta firme in s. croce).

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: