Autonoma sistemazione, scoperta una truffa

Truffa ai danni dello Stato a Sant’Elpidio a Mare, è l’accusa per un cittadino che percepiva il contributo di autonoma sistemazione indebitamente.

Caccia ai furbetti nel territorio elpidiense, dove un cittadino titolare di contributo autonoma sistemazione per gli eventi sismici dell’anno 2016, è ora deferito all’Autorità Giudiziaria. Il reato contestato è di truffa ai danni dello Stato. Le indagini sono state condotte dagli uomini della Polizia Locale di Sant’Elpidio a Mare. Gli agenti, grazie ad un’attenta attività di controllo, hanno accertato l’inosservanza del provvedimento di inagibilità dell’edificio abitativo, emessa dal Sindaco Alessio Terrenzi. L’ordinanza venne emanata a seguito della segnalazione dello stesso proprietario dell’immobile. Peccato che poi, però, abbia continuato a risiedere nello stabile interdetto all’uso. Percependo, nel contempo, il contributo destinato ai soggetti evacuati. Per i cittadini che hanno l’abitazione inagibile è infatti previsto un contributo di autonoma sistemazione, per aiutarli ad affrontare le spese mensili di un nuovo alloggio.

Le indagini si sono protratte per diversi mesi

Ed hanno visto gli operatori della Polizia Locale di Sant’Elpidio a Mare impegnati in accertamenti documentali ed in reiterati appostamenti. Lo scopo era quello di verificare l’effettiva idoneità di vari soggetti a percepire il contributo di autonoma sistemazione. È durante questi appostamenti che gli agenti si sono accorti che il cittadino era regolarmente residente nell’immobile dichiarato inagibile. Nessuna autonoma sistemazione, e quindi nessun diritto di ricevere il contributo. L’erogazione delle somme indebitamente percepite è ora bloccata in attesa dei provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria.

Si è inoltre provveduto ad inoltrare la segnalazione alla Regione Marche per i provvedimenti di competenza. Questa attività di controllo è assolutamente necessaria per evitare una distrazione impropria dei fondi destinati a persone che hanno perso tutto durante gli eventi sismici del 2016. Una ricostruzione che stenta a partire, su cui aleggiano molte polemiche. E che di certo non è facilitata da questi furbetti che si appropriano di ciò che non gli spetta. Starà ora all’Autorità Giudiziaria decidere come agire.

Giuseppina Gazzella

Classe 1984, marchigiana di nascita, cittadina del mondo per natura. Scrive e canta con la consapevolezza, la voglia e la pretesa di fare meglio ogni giorno, e di crescere sempre, perché sentirsi arrivati equivale all’essere morti.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: