Monte Ciocci, riserva naturale. Righini e Santori

Dichiarazione congiunta Giancarlo Righini e Fabrizio Santori FdI “Dopo 14 anni monte Ciocci è finalmente riserva naturale”.

Approvato ordine del giorno per liberare gli insediamenti abusivi nell’area naturale protetta.Impegnata la giunta ad intervenire immediatamente in tutte le aree protette

“Non potevamo accettare che monte Ciocci potesse diventare un’area naturale protetta ma che allo stesso tempo fosse un luogo abbandonato, teatro di numerosi furti, aggressioni e rovistaggi, in balia dei nomadi accampati abusivamente nei cespugli e mimetizzati dal fogliame. Per tali motivi, pur esprimendo soddisfazione sull’approvazione all’unanimità del Consiglio regionale, dell’inclusione dell’area di monte Ciocci all’interno della Riserva di Monte Mario, avvenuta dopo 14 anni di attesa, abbiamo preteso che venisse approvato un ordine del giorno che impegna la Giunta regionale “a verificare che gli obblighi di legge siano attuati dall’Ente gestore in merito a situazioni di illegalità, di insicurezza e tutela della salute pubblica, ovvero che si proceda alla richiesta alle competenti autorità delle attività propedeutiche allo sgombero immediato di tutti gli insediamenti abusivi presenti nella costituenda area protetta.

Verifica che dovrà avvenire in tutte le Aree naturali protette di cui gli Enti gestori siano di nomina regionale”. Lo dichiarano in una nota Giancarlo Righini e Fabrizio Santori, capogruppo e consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale in merito all’approvazione da parte del Consiglio regionale della Proposta di deliberazione consiliare n. 23, concernente: “Modifiche alla deliberazione del Consiglio regionale 12 novembre 2008, n. 55 – Approvazione del Piano della Riserva naturale di Monte Mario di cui all’art. 26 della LR 6 ottobre 1997, n. 29 “Norme in materia di aree protette regionali” e sei”.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: