Contratto di servizio Zètema e rete Informagiovani

Continua la nostra analisi del bilancio e del maxi emendamento,  contratto di servizio Zètema e rete Informagiovani

Al punto 3.2 Maggiori Spese che riferite a oneri urgenti che riguardano avvocatura e spese legali, maggior stanziamento per l’annualità 2015 rispetto a delle somme urgenze e adeguamento, già da questo anno in corso, della struttura di bilancio. Da pagina 11 abbiamo una tabella interessante e analizziamo alcuni punti con Serenetta Monti dell’USI, Unione Sindacale Italiana.

Per quanto riguarda il dipartimento cultura salta all’occhio la cifra di € 2.000.000,00 per l’Estate Romana uguale a quella a disposizione per i servizi Global Service relativi agli asili e la scuola dell’infanzia, chiedo alla Monti cosa ne pensa e come mai per il contratto di servizio Zètema per la gestione della rete Informagiovani ci sono € 450.000,00 nel dipartimento cultura e € 150.000,00 con la stessa voce, sono invece nella sezione Dipartimento servizi Educativi e Scolastici.

Risponde “Relativamente il taglio annunciato del Dipartimento Cultura, è evidente una volontà dell’intera Giunta di non far girare l’economia Romana, anche attraverso gli eventi culturali direttamente collegati all’estate Romana appunto. Per fortuna è intervenuto Papa Francesco con l’annuncio del Giubileo Straordinario a ri animare chi, in questa città, ha attività direttamente connesse ai grandi eventi culturali (ed ecclesiastici). Purtroppo, non ho ancora letto il dettaglio del maxi emendamento approvato venerdì 27 marzo 2015, ma al tavolo RSU di Zètema, già da tempo,  erano state fatte delle comunicazioni importanti da parte dell’Amministratore Delegato Ruberti.

Erano stati già comunicati tagli di circa 2.600.000 euro, di cui una quota parte, equivalente a circa 700.000 euro che l’Azienda era in grado di recuperare, stornando da altri settori su cui erano stati impegnati e le cui attività prevedevano dei bandi da predisporre ma si è trasformato il tutto in attività “ordinarie”. Era, però, molto importante recuperare una somma di circa 600.000 euro che garantisse la prosecuzione del servizio Incontragiovani, con tutte le modifiche che ci saranno e che vedranno uno spostamento di operatori presso il settore delle Biblioteche ed una parte di essi (quelli direttamente legati alla Rete Informagiovani) sarà concentrata in unico sito.

Pur riconoscendo l’impegno in tal senso, di non interrompere o creare disagi ad un servizio così particolare ed importante, come quello dell’ Incontragiovani, sono consapevole che la scure che si è abbattuta sul settore “cultura”, tutto, avrà delle ripercussioni anche sul rinnovando Contratto di Servizio di Zètema, di cui oggi è l’ultimo giorno e di cui non si hanno aggiornamenti. Motivo per il quale, come RSU/USI ho inviato alcune richieste all’amministratore delegato.

In conclusione di questa analisi vorrei far notare la cifra di € 50.000,00 per i servizi a tutela delle donne, che cosa si può fare con quella cifra se per il solo Dipartimento di comunicazione sono stati stanziati € 250.000,00?

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: