RomaEuropa Festival 2014: il programma del 7, 8 e 9 novembre

Ecco gli eventi in programma il 7, l’8 e il 9 novembre al RomaEuropa Festival 2014, tra l’elettronica di Ben Frost e la “classica” di Fabrizio Ottaviucci.

La 29esima edizione del RomaEuropa Festival continua ad attirare spettatori su spettatori, presentando artisti provenienti da tutto il mondo, tra musica sperimentale e spettacoli teatrali all’avanguardia. In occasione della tre giorni dal 7 al 9 novembre si presenteranno rispettivamente al Warehouse e all’Istituto Svizzero due esponenti di generi totalmente complementari: Ben Frost delizierà il pubblico con la musica elettronica proposta dal suo AURORA, mentre Fabrizio Ottaviucci rispolvererà per l’occasione un inedito di Giacinto Scelsi, noto compositore di musica classica e microtonale.

[youtube width=”500″ height=”250″]https://www.youtube.com/watch?v=ISTL9FPkUVI[/youtube]

Il 7 novembre quindi, aprirà le danze l’artista australiano, il quale proporrà una tra le opere più acclamate dalla critica mondiale: l’autorevole rivista musicale Rolling Stone ha infatti inserito AURORA tra gli album migliori del 2014, di conseguenza tale esibizione rappresenterà una grande occasione per il pubblico italiano del RomaEuropa Festival 2014 di ascoltare uno tra i lavori più rappresentativi della recente scena elettronica. Ben Frost ha realizzato tale lavoro in seguito ad un viaggio in Congo nel 2012, presentandolo al pubblico anche tramite l’ausilio di un live-show di grande impatto, coadiuvato dalla bravura di ben due batteristi.

L’8 e il 9 novembre, invece, sarà la volta di Ottaviucci, pronto a regalare al pubblico un sentito omaggio a Giacinto Scelsi: all’Istituto Svizzero verrà eseguita, per l’occasione, l’Integrale delle Suite per Pianoforte 1952 – 1956 e l’inedita suite Xlb, rinvenuta solo di recente. Il RomaEuropa Festival 2014 si destreggia quindi tra il futuro e il passato, tra l’elettronica e la classica, rispettando al 100% la sua filosofia, cioè quella di esporre la parte più sperimentale e variegata che la musica potesse offrire.

Giuseppe Senese

Sono un laureando in Scienze e Tecnologie Informatiche, che nutre anche numerose passioni come la musica, il cinema e il calcio. Adoro il Rock Progressivo degli anni 70' (soprattutto quello britannico e quello italiano) e sono un tifoso sfegatato del Napoli.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: