Il bergamotto: l’aromaterapia contro l’ansia

Il bergamotto usato in aromaterapia contro l’ansia viene testato su diversi soggetti, ecco i risultati.

Bergamotto, olio essenziale anti-ansietà. Diverse esperienze mostrano come l’impiego di alcune essenze contribuisca a ridurre ansia e stress. In primis, l’olio di bergamotto. A volte è l’attesa (di un esame scolastico, di una chirurgia, una visita medica o di un colloquio di lavoro…) che si rivela insopportabile. Meglio, se possibile, non prendere psicofarmaci cui ci si fa presto l’abitudine. Nell’ambito dell’aromaterapia si può scegliere tra alcuni oli essenziali da usare ‘al bisogno’: soprattutto lavanda (Lavandula augustifolia), rosa damascena, sandalo (Santalum album), ma anche altri in varie miscele. E poi il bergamotto (Citrus bergamia). Riguardo al bergamotto si segnalano diversi studi. L’ultimo in ordine di tempo risale al mese scorso, dell’Università di Taipei, Taiwan (nel mare Cinese esiste un’importante scuola di aromaterapia). Sono state reclutate 116 persone in attesa di un intervento chirurgico ambulatoriale, quando l’ansia sale a mille. Alcune sono state esposte per 30 minuti all’aroma di bergamotto, altre a uno spray di vapore d’acqua (per poter confrontare in placebo). Poi sono andati a misurare i parametri dell’ansia e i segni vitali.

L’olio essenziale ha ridotto in misura significativa l’ansia, rispetto agli altri. Si sono visti anche effetti ‘fisici’ come una riduzione della pressione arteriosa e del ritmo cardiaco, la tachicardia. Per questo motivo gli autori concludono che l’aromaterapia può avere un ruolo nel ridurre l’ansia in quelle circostanze. Meglio se l’impiego degli oli è affiancato da altri interventi, come l’ipnosi, le visualizzazioni guidate o la musicoterapia. Inoltre, fa una grande differenza il comportamento del personale medico e infermieristico.

La dottoressa Viviana Coniglio torna anche la prossima settimana con i suoi consigli, nel frattempo è possibile leggere la sua rubrica o contattarla per approfondire questi temi e rispondere alle vostre domande, è disponibile scrivendo qui sotto nei commenti oppure inviando una  mail a benessereconviviana@www.senzabarcode.it Dr.ssa Viviana Coniglio 333 8399441

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: