L'esercito di Silvio scende in piazza - SenzaBarcode

L’esercito di Silvio scende in piazza

esercitodisilvio2In un’afosa domenica di agosto l’esercito di Silvio è sceso in piazza.

I sostenitori del capo del PDL in seguito alla Sentenza Mediaset che vede Berlusconi condannato per frode fiscale, si sono riuniti di fronte a Palazzo Grazioli per manifestare solidarietà al loro leader.

Secondo gli organizzatori della manifestazione l’esercito di Silvio corso in aiuto di Berlusconi era composto da 25.000 persone.

Non sono mancate le critiche, espresse ufficialmente in una nota del PDL, in cui si è affermato che “Malgrado la chiara ostilità del comune di Roma, che ha impedito a molti pullman di avvicinarsi al centro di Roma per scaricare i militanti e gli elettori che volevano esprimere il loro sostegno al presidente Berlusconi, la manifestazione è andata oltre ogni più rosea aspettativa. Raccogliere in una domenica di agosto, con 40 gradi, 25 mila persone, a cui vanno aggiunte tutte quelle che non sono riuscite a raggiungere il centro (e che stanno ancora arrivando) per il grave ostruzionismo dell’amministrazione capitolina, è il segno del grandissimo affetto degli elettori verso il presidente Berlusconi, rappresentato dal gigantesco abbraccio ideale e simbolico che oggi gli hanno voluto dare“.

In risposta, il Sindaco Marino ha fatto sapere dal Campidoglio di non aver ricevuto alcuna richiesta ufficiale di occupazione del suolo pubblico, definendo quindi abusiva la manifestazione a favore di Silvio Berlusconi e chiedendo che in futuro vengano rispettati tutti gli iter necessari, anche a favorire la gestione della pubblica sicurezza. Il primo cittadino della Capitale ha dovuto quindi informare il Prefetto, soprattutto perché per l’allestimento del palco è stata utilizzata la segnaletica stradale in modo illecito.

Durante la manifestazione un Silvio Berlusconi emozionato ha gridato a gran voce la sua innocenza, ha ribadito che la Sentenza emessa dopo sette ore di consiglio dalla Sezione Feriale della Cassazione è politica e infondata e ha definito la Magistratura come “ordine dello Stato, fatto di impiegati statali che hanno fatto un compitino vincendo un concorso”.

Tra le molteplici bandiere di Forza Italia, ritornate in auge anche in seguito alla possibile ricostituzione del partito, Berlusconi ha puntualizzato il pieno sostegno del PDL all’attuale esecutivo. L’Italia è più importante di qualsiasi problema personale.

Molti gli esponenti politici del Popolo delle Libertà che hanno voluto presenziare alla manifestazione, da Maria Stella Gelmini a Daniela Santanché, dalla Mussolini alla Biancofiore. Quasi tutte le donne del Presidente non hanno esitato un secondo e hanno deciso di esprimere pubblicamente la loro solidarietà al leader indiscusso.

Questi in breve i fatti. Sulle spalle, e la faccia, di Silvio Berlusconi resta però una condanna a quattro anni – indulto o non indulto, interdizione o no che sia- per frode fiscale. Ciò vuol dire che la giustizia italiana, nel suo ultimo e più alto grado, ha ritenuto che l’azienda della famiglia Berlusconi abbia preferito tenere nelle sue tasche dei soldi che per legge, e per diritto, sarebbero dovuti finire nelle casse dello Stato.

Ai posteri, e alla Corte d’Appello di Milano, le altre ardue sentenze.

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

2 pensieri riguardo “L’esercito di Silvio scende in piazza

  • 5 agosto 2013 in 19:12
    Permalink

    Si gioca sempre sui numeri e sulle cifre, dico a chi non è romano che via del Plebiscito chiusa alle due estremotà può contenere al massimo 3000 persone bandiere ventagli e bombole di ossigeno comprese, riguardo il vizietto di abusare dell’illegalità , il Cavaliere ha occupato abusivamente il suolo pubblico e ha montato un palco senza versare un solo euro nelle casse del comune di Roma. D’altro canto essendo il primo contribuente in Italia (ed evasore come da sentenza passata in giudicato) tutto gli è permesso. Una sola parola a quella gente venuta in pullman a rischio dell’infarto….che si fa per un pranzo a sacco e una diaria di qualche decina di euro…ma dove sta la vostra dignità? Chi ne esce vincente è sempre la brava e bella Marika autrice dell’articolo in quanto è anche milanista di fede.

  • 5 agosto 2013 in 19:12
    Permalink

    Si gioca sempre sui numeri e sulle cifre, dico a chi non è romano che via del Plebiscito chiusa alle due estremotà può contenere al massimo 3000 persone bandiere ventagli e bombole di ossigeno comprese, riguardo il vizietto di abusare dell’illegalità , il Cavaliere ha occupato abusivamente il suolo pubblico e ha montato un palco senza versare un solo euro nelle casse del comune di Roma. D’altro canto essendo il primo contribuente in Italia (ed evasore come da sentenza passata in giudicato) tutto gli è permesso. Una sola parola a quella gente venuta in pullman a rischio dell’infarto….che si fa per un pranzo a sacco e una diaria di qualche decina di euro…ma dove sta la vostra dignità? Chi ne esce vincente è sempre la brava e bella Marika autrice dell’articolo in quanto è anche milanista di fede.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: