Arte e Cultura

Giulia Morello e il nuovo portale Cambiamo Cultura.

Dire fare cambiare, ma cosa significa realmente fare cultura? Ne parliamo con la presidente Giulia Morello che presenta anche la nuova piattaforma Cambiamo Cultura.

Dire fare cambiare è un’associazione di promozione sociale che nasce nel 2019, a settembre, quindi prima di tutto quello che è accaduto a marzo 2020” spiega così Giulia Morello quando le chiedo di che si occupa l’associazione che presiede. “È proprio a marzo 2020 che facciamo la prima iniziativa. Ci riuniamo intorno a un manifesto che si chiama Manifesto per la cultura bene comune sostenibile in cui ci chiediamo … cosa è la cultura per tutti noi? Cosa significa fare cultura per noi e per la società?”. 

Dire fare cambiare ma cosa significa realmente fare cultura? Ne parliamo con la presidente Giulia Morello che presenta anche la nuova piattaforma Cambiamo Cultura. Foto di Elisa Pacitti
Foto di Elisa Pacitti

Il progetto prende più forme e si esibisce in numerose e pregevoli iniziative, occupandosi di detenuti e di anziani, ma anche come vedremo di arte. Da qui nasce il nuovo portale Cambiamo Cultura che si vuole occupare di donne famose e non, che come artiste non trovano lo spazio per esprimersi, sottolineando una volta di più le disparità di genere che esistono ancora anche nel nostro Paese. 

CambiamoCultura.it

Cambiamo cultura mi fa molto pensare alla necessità di cambiare proprio l’approccio mentale che si ha spesso anche nei confronti della cultura. Pochi giorni fa ho avuto il piacere d’intervistare Giuditta Cambieri del progetto Incoronate comiche e raccontava di come, anche nel suo mondo, vi sia un giudizio negativo verso le donne nella comicità. Un vecchio adagio vuole che le donne non siano in grado di far ridere come gli uomini. Ed ecco spiegata la necessità d’insistere per avere parità di spazi, di possibilità e di voce.

“Il nome Cambiamo Cultura viene in realtà da una live stream che abbiamo organizzato sempre nel 2020 nella giornata dedicata al contrasto della violenza di genere che è il 25 novembre” continua Giulia Morello. “Avevamo messo tantissime persone, uomini e donne artisti e artiste, impegnate in prima persona nel contrastare la violenza di genere. È stata un’esperienza molto bella perché eravamo in un momento difficilissimo, eravamo chiusi un’altra volta, e la causa culturale e quella sociale si è mostrata decisamente interconnessa. Da lì abbiamo cominciato a pensare a come continuare quella riflessione, quel dialogo e confronto. È nata così l’idea di CambiamoCultura.it che sostanzialmente è un portale dedicato alle giovani e meno giovani, famose e meno famose artiste italiane”.

In copertina foto di Elisa Pacitti

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!