Mauro Agnoletti: fare subito per non perdere la PAC

Un’associazione dei Paesaggi Rurali Storici Italiani per parlare alle politiche. Produrre meglio per consumare meno. Con Mauro Agnoletti.

Dal 5 al 7 novembre, a Firenze nella sede del congresso nazionale dei Paesaggi Rurali Storici Italiani c’è stato un imperativo, fare in fretta. “ Facciamo in fretta per non perdere il treno della PAC agricola” a spiega Mauro Agnoletti professore della scuola di agraria dell’università di Firenze e coordinatore del comitato che ha organizzato l’evento. Lo ha ripetuto anche durante l’intervista rilasciata a Disputandum per WebRadio SenzaBarcode. Presente anche il vice direttore generale della FAO, nonché Ministro dell’agricoltura dell’Italia (2014–2018), Maurizio Martina che ha dichiarato: “La via sta nella valorizzazione effettiva della ruralità e delle colture agricole e alimentari. Per produrre meglio consumando meno”.

Dal dopoguerra a oggi sono scomparsi 10 milioni di ettari di terreni coltivati: un terzo dell’Italia. Questo fenomeno è figlio delle migrazioni verso le città, alla ricerca di uno sfruttamento industriale che effettivamente in Italia s’è visto solo con il boom economico degli anni 60. Abbiamo perso milioni di ettari di coltivazioni dimenticando che le colture che producono alimenti di qualità assorbono più CO2 di un bosco.

Nel parterre del convegno i rappresentanti del Governo, della Conferenza stato-regioni, della FAO, dell’Unesco e delle associazioni di categoria

Si sono raccolte le testimonianze dirette in fatto di agricoltura resiliente e produzione di qualità associate ai Paesaggi Rurali Storici. Quale futuro per i Vigneti plurisecolari della Puglia o degli Oliveti di Venafro? Come proteggere gli Agrumi sull’isola di Pantelleria, i Limoneti di Amalfi o i Vigneti del Sangiovese nel Chianti? Nell’intervista che trovate a fondo pagina il professor Agnoletti ricorda che l’obiettivo è muoversi bene, ma immediatamente, i sostegni economici per il riconoscimento del lavoro di manutenzione dei paesaggi non può attendere.

Entro fine anno infatti il ministro delle politiche agricole, Stefano Patuanelli, ha l’obiettivo di strutturare una bozza della PAC, la Politica Agricola Comunitaria, quindi il momento di agire e occuparsi dei Paesaggi Rurali Storici Italiani è oggi, altrimenti la riforma potrebbe slittare di 7 anni e a quel punto potrebbe essere troppo tardi. Nella conversazione con il professore Mauro Agnoletti parliamo anche di cultura del territorio e preparazione politica della classe dirigente.

Foto di Viaggi.Corriere.it

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: