Fabrizio Santori, Roma 2021 #vistaFori

Per una Roma autentica e il claim di Fabrizio Santori, Lega Salvini Premier per rendere Roma una città più forte. Roma 2021 #vistaFori

“Nessun discorso politico o culturale che vuole riqualificare d’Italia è credibile se non si misura con i problemi e i temi della vita quotidiana di tutti i cittadini, ma soprattutto dei cittadini romani”. Così l’invito di Fabrizio Santori a un momento di confronto per scoprire insieme le esigenze della capitale d’Italia.

Roma autentica è una Roma che noi abbiamo vissuto, chi è più anziano di noi magari meglio… Noi l’abbiamo vissuta leggermente per qualche anno, negli ultimi 30 anni poi c’è stato un decadimento totale. Non c’è più la nostra Roma autentica che si viveva quotidianamente con le persone che erano presenti al mercato rionale, nelle piazze, nei posti di lavoro, che amavano questa città. Bisogna tornare davvero a questo spirito, questi valori che sono poi quelli che ci hanno insegnato i nostri avi che sono nati a Roma. Che l’hanno rispettata e gli hanno voluto bene e hanno partecipato per farla crescere…”.

L’autenticità di Roma, secondo Fabrizio Santori, non si è persa solo per una classe politica inadeguata, ma anche per una mancanza di educazione e di senso civico. Inerzia e abbandono che si vedono ogni giorno camminando dalle periferie al centro storico.

Anche Santori è convinto che Virginia Raggi sia un totalmente inadeguata

per l’ex consigliere regionalela più grande sconfitta dell’attuale sindaco di Roma e la mancanza di empatia con il cittadino romano risultando lontana dalle simpatie. Fatto questo che contribuirebbe, unito alla sua incapacità come amministratore, a creare un solco tra il palazzo è la città.”Il vero tema è che non c’è mai stato qualcosa di concreto fatto per questa città” puntualizza Fabrizio Santori dirigente regionale della lega. “Anche in passato hanno sbagliato altri sindaci, ha sbagliato il centrodestra come pure il centrosinistra. Ora però il tema è diverso, bisogna mettere in campo le migliori energie, le proposte e i migliori uomini e donne che possano dare realmente delle risposte. Roma deve tornare a essere veramente capitale. Questo è lo slogan a livello di Lega e crediamo in questo percorso”.

Questa espressione è la stessa che Massimo Pasquini, segretario nazionale dell’Unione inquilini, ha utilizzato per suggerirmi cosa ricordare a chi si occupa di animare la campagna elettorale, i programmi e le iniziative che ci condurranno alle urne nella primavera del 2021.

Controllo sui trasporti pubblici le strade, manutenzione

Abbiamo parlato delle necessità di Roma, viste dai cittadini che ogni giorno si muovono per la città utilizzando i servizi pubblici. Solo una settimana fa è andato a fuoco l’ennesimo autobus, l’ATAC ha assicurato che i numeri sono più confortanti rispetto al 2018 e 2019. In sostanza bruciano meno autobus. Ovviamente non è accettabile, a Roma come in nessun’altra città italiana dove comunque si è registrato più volte il fenomeno degli autobus al rogo. Non è sostenibile corre il rischio di restare vittima di un incendio su un autobus cittadino

“Manca il controllo dei servizi che il comune deve fornire al cittadino, questo è un aspetto fondamentale”.

Negli ultimi minuti dell’intervista non posso che chiedere a Fabrizio Santori di esprimersi sul candidato per la Lega, domanda che ovviamente ci stiamo ponendo in molti. Il dirigente sorride e risponde “Tanti ci stanno chiedendo da una parte celerità nella scelta del candidato e dall’altra attenzione. Sono temi delicati che vanno presi con la giusta attenzione. I nomi sono usciti, magari sono anche in valutazione così come altri che non si conoscono. Per il momento noi stiamo costruendo il programma con i vari dipartimenti che stanno mettendo a punto i vari aspetti perché per il momento ci interessano i contenuti. Per quanto riguarda la persona, non voglio negarlo, si sta facendo in questo momento una selezione per una persona che sia al di fuori dei partiti ma che li rappresenti…”.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

Un pensiero su “Fabrizio Santori, Roma 2021 #vistaFori

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: