Cronaca

La parola al Commercialista, Paolo Bobba

Come ottenere i sostegni economici promessi dal Presidente Conte? Ne parliamo con Paolo Bobba, Dottore Commercialista, da Pavia.

E adesso? Il sostegno economico promesso dal Governo, come lo ottengo? Per Disputandum, al microfono di Sheyla Bobba dal canale della WebRadio SenzaBarcode, si cerca di rispondere alle domande. E lo fa Paolo Bobba, dottore commercialista a Pavia.

“Le disposizioni di legge sono belle, sono chiare e sembrerebbero anche semplici”. Spiega il commercialista lombardo, una delle regioni più attaccate dal Coronavirus Covid-19, anche se più clemente con la città del Ponte Coperto.”Il problema è che queste disposizioni, in pratica, sono molto difficili. Non hanno certo sburocratizzato, anzi. La burocrazia c’è, come prima, non vedo delle simplificazioni. Quindi non so come, inpoco tempo, possano essere aiutate le persone”. È la prima riflessione di Paolo Bobba, che continua:

“Siamo al 30 di marzo, la gente vive con lo stipendio ‘pieno’ di febbraio

e magari parte di quello di marzo, magari ha qualche risparmio… I provvedimenti governativi sono bellissimi, però tutti ‘faremo e faremo’, ma non c’è scritto, praticamente, come!”.

La riflessione di Paolo Bobba continua anche sui provvedimenti che prevedono l’orogazione di 600€ per artigiani, commercianti e professionisti. La domanda si presenterà dal 1 aprile, direttamente sul sito dell’INPS,”Ma perchè devo presentare una domanda?”, l’intervistato diventa così intervistatore e fa luce su quella che considera l’annesima lungaggine. “Quella richiesta deve essere presentata con un modello, si deve essere in possesso del PIN, e non tutti lo hanno…”. Insomma si rischia di passare giornate alla ricerca di codici, modelli e password.

Ulteriore rischio è l’ingolfamento delle linee, il sito dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale sarà in grado di reggere la mole di lavoro? Migliaia di domande e utenti contemporaneamente sulla piattaforma? Chi sarà preposto all’elaborazione delle domande? Anche queste saranno gestite in smarft working? Le domande sono molte e le riflessioni di Paolo Bobba, appropriate.

Non tutti hanno la possibilità di richiedere quei 600€

“Ci devono essere determinate condizioni. Artigiani, commercianti, professionisti, ma non iscritti ad altre casse private o iscritti ad una gestione pubblica…”. Insomma cavilli, complicanze e piroette burocratiche sembrano non mancare. La conversazione continua portando alcuni esempi pratici, sui lavoratori stagionali, i bonus spesa e altre misure di sostegno.

Per il dottore commercialista una soluzione, da applicare nell’immediato, è la produzione di denaro. Una iniezione di contante al nostro Paese, gestito in autonomia, per rimettere in modo l’economia.

Non sfugge l’opportunità di parlare d’Europa. Come si è compartatà l’Unione, con l’Italia e con gli altri membri? E il nostro Paese, noi, che atteggiamento adotteremo, domani, verso Bruxelles?

Sospira ” … qui è come dopo la guerra con il piano Marshall…”.

[spreaker type=player resource=”episode_id=24643172″ width=”100%” height=”200px” theme=”light” playlist=”false” playlist-continuous=”false” autoplay=”false” live-autoplay=”false” chapters-image=”true” episode-image-position=”right” hide-logo=”false” hide-likes=”false” hide-comments=”false” hide-sharing=”false” hide-download=”true”]

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!