Corrado Veneziano, una mostra allo Spazio Medina

Giovedì 5 luglio, alle ore 18.30, inaugura allo Spazio Medina, la mostra Softness & Provocation, una riserva di spazio e riflessione interiore di Corrado Veneziano.

L’universo visivo delle opere di Corrado Veneziano pur provenendo da un contesto altro e diverso, costituisce una riserva di spazio e riflessione interiore. Linee rette, codici a barre, segni e marchi del mondo dell’economia e del web. Tutto si riversa sulla tela, che in tal modo diventa  deposito di memorie, proteggendo lo spazio intimo dall’irrompere violento del mondo esterno. Un muro oltre la cortina del colore che l’artista utilizza come “scudo – sostiene il curatore Alessandro S. Dall’Oglio – oltre il quale si svolge il dialogo più segreto tra l’anima e lo spirito del suo simbolismo poetico.”

Nella opere in mostra allo Spazio Medina, le tele corrodono il confine del conformismo borghese. Fino a evidenziarne una critica radicale enfatizzata nello stile adottato che prevede stridenti contrasti di colore e simbolismo. Questo immaginario cromatico-culturale possiede continui rimandi ai linguaggi emblematici del nostro tempo. Con citazioni che vedono incipit o simboli contemporanei collocarsi in stretta sinergia tra di loro e che si adoperano per una totalizzante immersione nel più profondo subconscio.

Corrado Veneziano se anche, come è evidente, si pone al di fuori delle catalogazioni dell’arte concettuale come frontiera residuale, si dimostra contemporaneamente calato nel presente. In quanto acuto e attento osservatore del panorama culturale odierno. Qui vi fa irruzione con la stessa leggerezza dei pennelli che utilizza con mitezza e talora provocando forti cortocircuiti.

Strumenti tutti di congiunzione tra la permanenza del passato e l’astrazione del futuro

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: