Cronaca

CPI Blocco Studentesco davanti all’Itis Galilei di Roma

Comunicato stampa da CasaPound Italia. Blocco Studentesco. Roma, corteo di protesta davanti la sede della Consulta Provinciale degli Studenti. Di Martino, “è diventato un organo inutile, per questo abbiamo deciso di non candidarci”

blocco consulta 1

Ieri mattina, 04 dicembre,  il Blocco Studentesco ha manifestato davanti all‘Itis Galilei di Roma, sede della Consulta Provinciale degli Studenti, per denunciare i problemi che ormai da anni affliggono un organo debole e ormai privo di senso. “La consulta non risponde a nessun tipo di esigenza degli studenti, a cominciare da quello dellarappresentanza studentesca – spiega Fabio Di Martino, responsabile romano del Blocco Studentesco -. E’ un organo “debole”, solamente consultivo e non vincolante quindi in alcun modo per le Istituzioni”.

 “I fondi sono sempre più scarsi e mal utilizzati – prosegue Di Martino – per attività del tutto estranee alle necessità della componente studentesca, come il concerto del cantante Brusco, costato più di 10.000 Euro alla Cps”. Negli ultimi 6 anni il Blocco Studentesco si era sempre confermato come il primo movimento in termini numerici, raggiungendo picchi del30%. Quest’anno ha deciso di non candidare nessuna lista.

 “La rappresentanza studentesca va ripensata in termini regionali e non più provinciali – chiosa il responsabile romano – visto che anche le provincie si avviano verso l’abolizione. Per questo all’interno della seduta plenaria abbiamo deciso di inscenare una protesta e dinon presentare alcun candidato”.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!