Divorzio Breve Niente dolcetti e basta con gli scherzi

Sette giorni di sciopero della fame e 130 lo seguono ” il Radicale è sempre moderato, ma poco ascoltato”  Divorzio Breve

Roma 31 ottobre 2012, la tradizione vuole che ci si mascheri spaventosamente, magari da zombie mutilato e sanguinante, con brandelli di carne che schizzano da tutte le parti. Immagine macabra  dell’ignoranti e futili festività che ci andiamo appiccicando addosso da altri Paesi. E si, l’Italia brilla per immagini grottesche che riesce a copiare, anzi, a peggiorare. Ma le poche cose buone che dovrebbe prendere no, quelle non le prende, quasi mai!

Possiamo star qui a lamentarci per mesi o forse anni, ma il risultato è che tanto, gli italiani, son brave persone, che non farebbero mai male a nessuno, per le quali la famiglia è tutto, che sanno amare, far l’amore, ridere, mangiare … per me son tutte cazzate! Ci servissero a qualche cosa ste fregnacce allora si, allora m’andrebbe bene di sentirmi dire “mafia e pizza” ogni volta che sconfino. Invece no! A me bene non sta.

Per fortuna pare non stia bene neppure a quelli della LID, da buon radicale Diego Sabatinelli usa le azioni nonviolente con tutti i bei sacrifici e sta in sciopero della fame da sette giorni.

Sta puntando i piedi – da qualche tempo, ma ora ha posato pure le forchette – per ottenere l’attenzione sull’ennesimo scandalo che più italiano non si può! Già, perché ci siamo evoluti ormai, non è più la classica italianata de “fatta la legge, trovato l’inganno” no signore e signori, ormai siamo alla magia, Houdini è schiacciato da “sti maghi!”, oggi i magheggi sono di altissimo livello; tipo prendere il testo di legge, approvarlo in commissione Giustizia 7 mesi fa e poi farlo sparire dall’ordine dei lavori. Ma tutto questo lo spiega infinitamente meglio di me Sean nel suo articolo.

Ma quanto siamo, caduti in basso: Sabatinelli deve bucarsi lo stomaco per avere un po’ di attenzione? Vogliamo accompagnarlo direttamente in ospedale e attaccarlo ad una flebo?

Mi rivolgo amareggiata e amaramente ai giornalisti, tv, radio e blogger, mi rivolgo a coloro che si riempiono la bocca dell’articolo 21 e poi danno la notizia solo quando c’è odore di tragico o colpo di scena!

Sabatinelli e Alessandro Gerardi, con la deputata Radicale Rita Bernardini hanno da poco concluso una conferenza stampa alla Camera dei deputati; eravamo in pochi ma solo oggi è riuscito ad ottenere la mamma tv, stasera infatti lo potremo vedere a Linea Notte – TG3 condotto da Bianca Berlinguer e Maurizio Mannoni.

Finalmente  Repubbica, Il Giornale, Quotidiano net, Corriere della sera e qualche altra testata si sta mobilitando, sarebbe interessante vedere se Sabatinelli riesce a giungere anche in trasmissioni televisive – qualcosa più della camomilla notturna.

Confidiamo, comunque speranzosi, che questo benedetto “divorzio breve” venga calendarizzato e sulla definizione di benedetto ci sono andata proprio giù pesante … a Buon Intenditor!!!

Nikita SenzaBarcode

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: