Pasta pastorizzata o fresca?

Pasta pastorizzata o fresca: scopriamo le differenze a livello nutrizionale e quali sono i processi di sanificazione del prodotto.

Avete mai comprato la pasta fresca al supermercato? Se la vostra risposta è , avete sbagliato. Sulle confezioni di pasta prodotta a livello industriale che si trova nei banchi frigo dei supermercati, spesso il prodotto viene definito genericamente come fresco. Da tutta la pasta fresca, per la tutela del consumatore, è necessario eliminare gli agenti patogeni e i batteri nocivi. Il prodotto, quindi, deve essere sottoposto a processi adeguati prima della commercializzazione. La pasta pastorizzata a livello industriale, però, ha proprietà nutritive inferiori rispetto a quella venduta dai pastifici in piccole quantità.

Se vi state chiedendo quale possa essere il motivo di tale differenza, non perdete l’articolo di approfondimento sui diversi metodi di pastorizzazione e di conservazione della pasta che non sia già essiccata, nel mio blog CandyValentino.it. Scoprirete cos’è la cosiddetta pastorizzazione spinta e anche che, dietro a una certa differenza di prezzo, talvolta si nasconde anche un sostanziale divario a livello qualitativo.

La testimonianza di Carlo Ferrario sulla pasta

Frigorifero, ebollizione o freezer? In tanti si chiedono come conservare in casa la pasta acquistata dal pastificio artigianale, per mantenerla al meglio per almeno un paio di giorni. In effetti, non tutti i metodi di conservazione sono adatti a qualsiasi tipologia di pasta. In questo episodio de Il gusto con Candy Valentino potrete scoprire dei pratici trucchi per essere certi di mantenere intatte le proprietà e il gusto dell’alimento. A fronte di una spesa leggermente superiore per l’acquisto del prodotto artigianale, anche chi non si definisce un intenditore potrà apprezzare la differenza a livello di gusto, digeribilità e tenuta alla cottura. Inoltre, pure chi si diletta nella produzione di pasta fatta in casa potrà trovare informazioni su come tenere da parte la quantità che eventualmente è avanzata.

A seguire, potrete ascoltare l’intervento di Carlo Ferrario che ha raccontato la sua esperienza come produttore di pasta pastorizzata artigianalmente e venduta al dettaglio.

Candy Valentino

Dopo una lunga esperienza iniziata nel 2005 come addetto stampa e giornalista, in particolar modo come critico teatrale e musicale per quotidiani, riviste digitali e magazine online, inizia l’attività di blogger nel 2017 con CandyValentino.it. Mentre partecipa a press tour, blogger tour e viaggia in autonomia, racconta nei suoi articoli, video e post su Instagram (@candy_valentino) le regioni d’Italia e le loro due eccellenze, riconosciute in tutto il mondo: l’enogastronomia e la moda.

Un pensiero su “Pasta pastorizzata o fresca?

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: