La Terrazza Tutti al mare! Io Posso

Torna dal 6 agosto Disabilità e Benessere e continuiamo a parlare di vacanze, spiagge e disabilità. Intervista a Giorgia Rollo de La Terrazza Tutti al mare.

La Terrazza Tutti al mare! è Il primo accesso attrezzato al mare per persone affette da SLA, patologie neuromotorie e altre gravi disabilità motorie. Anche quest’anno nonostante l’emergenza Covid-19 ha dato il via alla sua VI stagione il 1 luglio scorso. La struttura, realizzata dall’associazione salentina 2HE nell’ambito del progetto solidale nazionale Io Posso su un tratto di spiaggia libera della marina di San Foca di Melendugno LE  già Bandiera Blu e 5 Vele di Legambiente e Touring Club, ha riaperto i battenti con un po’ di ritardo rispetto al consueto avvio del 15 giugno e con modalità differenti ma con lo stesso intento di sempre: rendere il mare accessibile – gratuitamente – a tutti.

Le principali novità di quest’anno per accedere La Terrazza Tutti al mare! sono la prenotazione obbligatoria con apertura in doppi turni, mattutino e pomeridiano, con la doverosa pausa per la sanificazione. Assenza del servizio di accompagnamento in acqua con personale infermieristico o OSS, rispetto delle norme sull’uso di mascherina, igiene e distanziamento.

Seppur con servizi ridotti all’essenziale

non abbiamo voluto rinunciare all’apertura della Terrazza, anche per rispondere alle tante prenotazione da tutta Italia che non hanno mai smesso di arrivare, anche durante il lockdown – dice Giorgia Rollo, presidente di 2HE. È stato un periodo particolarmente difficile per tutti. Pensate a chi ha dovuto sopportare isolamento e malattia. Adesso che pian piano si riparte, il mare diventa per molti davvero l’unico luogo di libertà.

La Terrazza Tutti al mare! mette a disposizione quest’anno 8 postazioni allestite mette a disposizione quest’anno 8 postazioni allestite e distanziate come da legislazione regionale, di cui 6 standard con ombrelloni riservate ad ospitare persone con disabilità motoria e i loro accompagnatori fino ad un massimo di 3  e 2 speciali con gazebo riservate ad ospitare persone con disabilità motoria totale o con esiti da malattie neurodegenerative e ovviamente i loro accompagnatori.

Grazie ad un protocollo d’intesa con la Polizia di Stato, anche quest’anno sono gli atleti delle Fiamme Oro Salvamento e gli agenti della Squadra Nautica della Questura di Lecce a svolgere servizio di assistenza bagnanti per garantire la completa sicurezza degli ospiti. Il Regolamento completo per la stagione 2020 è disponibile anche sul sito ufficiale.

Emanuela Fatilli

Emanuela Fatilli nata a Busto Arsizio dove tutt'ora vive, nel 1973 é sposata e madre di due figli Giovanni e Giacomo. Lavora presso l'ospedale di Magenta dal 1996 in qualità di Tecnico di Radiologia. Ha pubblicato il suo primo libro, " La casa infestata che non c'era l'albergo aperto", nell'ottobre del 2018 per la casa editrice milanese "Excogita ". Da settembre 2019 collabora con la WebRadio SenzaBarcode come speaker e autore per il programma Disabilità e Benessere.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: