Cronaca

Libreria Teatro Tlon, responsabili e solidali

La Libreria Teatro Tlon è un punto di riferimento per il Municipio VIII, e non solo, dove si organizzano conferenze, seminari, spettacoli e lezioni.

Nel pieno della crisi dell’emergenza sanitaria, nasce la libreria solidale. Libreria Teatro Tlon ha deciso di non riprendere la normale attività commerciale che, come previsto dalla normativa della regione Lazio è possibile dal 20 aprile, ma mette in campo una serie di iniziative per essere accanto ai cittadini è a disposizione del territorio.

Le porte si apriranno solo tre volte a settimana e non per la vendita al pubblico, ma per una raccolta di beni che, volontari del Municipio Solidale e gli stessi librai, potranno consegnare a chi ne farà richiesta. Quindi un punto dove i libri sono un bene primario. A Pyros interviene Michele Trionfera, libraio della Libreria Teatro Tlon per raccontare le molte iniziative che, già da marzo, sono state messe a disposizione.

“… Non è venuta meno la voglia di condividere con le persone i libri e, da questo punto di vista, abbiamo aderito a diverse iniziative che in questo periodo di chiusura hanno concesso alle librerie di consegnare i libri in tutta Italia.” Spiega Trionfera nell’intervista che trovate nel player a fondo pagina. “Abbiamo poi ragionato in maniera più ‘forte’ al nostro territorio, e con l’appoggio del Municipio VIII che ha messo in piedi questa grossa rete di solidarietà … abbiamo cominciato a consegnare, insieme ai volontari, i libri nel nostro territorio…”.

Da qui la decisione della Libreria Teatro Tlon di non riaprire il 20 aprile “aprire una libreria come la nostra in questo momento non è del tutto sensato…”.

La decisione assunta alla Libreria Teatro Tlon è un atto di generosità

Non incentivare spostamenti non necessari, ma essere a disposizione di chi ama i libri e li vive come beni primari, necessari alla propria vita.

Tra le attività pensate in questa nuova veste, la Libreria Teatro Tlon dà vita al Diario Comunitario e Solidale: i librai si mettono a disposizione per ascoltare le parole delle cittadine e dei cittadini al fine di offrire il supporto per affrontare insieme questo momento. Per mettersi i contatto con la Libreria è a disposizione la pagina Facebook, molto seguita e costantemente aggiornata, oltre al sito internet ufficiale.

Noi di SenzaBarcode non possiamo che apprezzare e sostenere la Libreria Teatro Tlon e le tante che in questo periodo non hanno abbandonato gli amici/clienti. Iniziative di sostegno, non ultima da segnalare la rete delle Biblioteche di Roma, si registrano da tutta Italia, non solo da Protezione civile, associazioni, volontari… ma anche da imprenditori che hanno deciso di mettersi al servizio della comunità senza guardare al profitto come faro guida.

[spreaker type=player resource=”episode_id=25604919″ width=”100%” height=”200px” theme=”light” playlist=”false” playlist-continuous=”false” autoplay=”false” live-autoplay=”false” chapters-image=”true” episode-image-position=”right” hide-logo=”false” hide-likes=”false” hide-comments=”false” hide-sharing=”false” hide-download=”true”]

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!