Cronaca

Colletta Alimentare 378mila kg di generosità

Si è conclusa sabato 30 novembre, anche nel Lazio, la 23° edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare.

Una grande festa che ha coinvolto tantissime persone in tutta la regione, tra volontari, clienti di supermercati e chi lavora nei punti vendita aderenti. Sono state migliaia le persone che hanno deciso di mettere nelle shopper gialle, donate loro dai volontari del Banco Alimentare, tanto buon cibo per i più poveri: al termine della Giornata, nel Lazio sono stati raccolti 378.312 kg di generi alimentari non deperibili, in circa 600 supermercati.

Pur con una lieve flessione rispetto allo scorso anno (-2%), sono stati comunque registrati importanti aumenti di donazioni presso i punti vendita dei supermarket dislocati nei quadranti di Roma Ovest e Roma Sud (+56% entrambi). Un incremento percentuale in “doppia cifra” di alimenti raccolti anche nelle zone di Aprilia (+10%) e Monti Tiburtini/Tivoli (+11%).

“Il risultato della GNCA nel Lazio di questa edizione è molto buono

afferma il Presidente del Banco Alimentare del Lazio Giuliano Visconti – in quanto si conferma la grande generosità delle persone residenti nel nostro territorio regionale, che hanno risposto ‘presente’ agli appelli fatti nei giorni precedenti. A tutti loro va un immenso grazie, per aver reso fantastica questa giornata.”.

“La buona riuscita di questa iniziativa – continua Visconti – non sarebbe stata possibile, tuttavia, senza la partecipazione entusiasta e la grande dedizione di tanti volontari presenti dentro e fuori dai supermercati. Ad essi va il sentito ringraziamento di tutto il Banco Alimentare del Lazio: per riprendere una frase del Santo Padre, è in virtù di questo grande impegno profuso che possiamo ‘andare incontro al povero’ con un sorriso e tanto buon cibo per lui.”

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!