Food and Book a Montecatini dal 12 al 14 ottobre

Non una fiera e neanche una sagra, Food and Book è un festival di cultura. La sesta edizione, a Montecatini Terme, dal 12 al 14 ottobre.

La presentazione si è tenuta lo scorso 3 ottobre, al The Pantheon Icon Rome Hotel. Sergio Auricchio, Carlo Ottavino e l’Assessore alla cultura di Montecatini Terme, Bruno Ialuna, insieme al Maestro Beppe Vessicchio – che nell’occasione ha presentato il suo libro “La musica fa crescere i pomodori” –  hanno illustrato tutti gli appuntamenti di Food and Book, con la letteratura e la buona cucina che ci aspettano, dal 12 al 14 ottobre, nella splendida città termale toscana.

Un susseguirsi di appuntamenti che, per il sesto anno, delizieranno il palato e lo spirito. Scrittori e Chef, tra cene, laboratori, convegni e formazione, un villaggio dedicato ai più piccoli e work-shop. La cultura, nella tre giorni organizzata dall’Associazione Leggere Tutti, invaderà le storiche Terme Tettuccio e le vie della città.

Il Ministro alle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, Gian Marco Centinaio, lo Chef Alfonso Iaccarino, lo storico ed esperto gourmet Franco Cardini e l’ex magistrato Gian Carlo Caselli. Sono solo alcuni dei prestigiosi ospiti.

Il programma completo è disponibile sul sito ufficiale di Food and Book

È possibile partecipare alle cene gourmet ed è consigliato affrettarsi per prenotare camere ed alloggi. Organizzato anche un servizio pullman da Roma.

Food and Book è un evento da non perdere anche per conoscere la splendida Montecatini Terme, con le visite guidate, gli incontri e le mostre organizzate nello stesso periodo. Come MO.C.A. Montecatini Contemporary Art mostra “Geniale! Gli invasori dell’arte” (ingresso libero), il Parco di Pinocchio (Collodi, PT), Pistoia sotterranea, un viaggio nel labirinto della Storia e la Cattedrale di San Zeno (Pistoia).

Per restare aggiornati visitare la pagina Facebook e seguire #FoodAndBook.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: