Asili nido Roma, manca adeguata rendicontazione

“Comune dimentica rendicontazione e restituisce fondi per asili nido”. Dichiarazione di Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia.

“Con la carenza di asili nido sul territorio di Roma, le problematiche relative alla manutenzione e sicurezza delle strutture scolastiche, tra finestre rotte, muri che cadono a pezzi e la presenza di amianto, l’amministrazione Raggi si permette l’assurda dimenticanza che la porterà a dover restituire entro il 31 dicembre 2017 ben 1.553.200,00 euro di finanziamenti regionali già erogati.

Il tutto perché non è stata in grado di fornire adeguata rendicontazione entro i termini stabiliti per legge. È questa l’imbarazzante verità che abbiamo scoperto e che rappresenta una beffa per centinaia di famiglie romane costrette a segnare i propri figli in asili nido privati e più costosi, a causa dell’ormai atavica carenza di strutture comunali che il M5S si permette addirittura di trascurare. Una vicenda che ha dell’incredibile e che denota la totale inadeguatezza dei grillini, i quali lasceranno senza ulteriori strutture scolastiche o adeguamenti di quelle esistenti ben sei municipi per un totale di sette nidi, in Via Mazzacurati, in via XXI Aprile, in via A.N. Bellingeri, Maresciallo Giardino, Via di Boccea, Piazza Cinecittà, Istituto Santa Maria in Aquiro.

I contributi, che erano stati già assegnati, ora dovranno essere recuperati perché il mancato rispetto del termine del 30 giugno per l’invio della rendicontazione finale di spesa non è stato rispettato dall’amministrazione capitolina. L’intera vicenda è un mix incredibile di sciatteria, approssimazione e inadeguatezza del M5S che finiscono per ricadere sulla testa dei cittadini, peggiorandone i servizi e la qualità della vita”.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: