Napoli-Roma 2-0: Higuain e Callejon stendono i giallorossi

Il match Napoli-Roma 2-0, disputato nel ricordo di Ciro Esposito, ha visto il trionfo degli azzurri dopo una partita combattuta e ricca di emozioni.

Una Napoli quasi “blindata” ha accolto una partita di calcio molto sentita dal punto di vista della tensione, non solo per motivi calcistici. Una schiera infinita di forze dell’ordine hanno accompagnato le squadre all’ingresso nello stadio, con il terrore dell’incedere di possibili disordini, in puro stile italiano: quando il danno è fatto, per un po’ ci si preoccupa di prevenirlo, per poi dimenticarsi tutto e tornare, in futuro, a piangere l’ennesima ingiustificata scomparsa, l’ennesima morte per una stupida partita di calcio.

Parlando del match in sé, Napoli-Roma 2-0 ha mantenuto tutte le premesse della vigilia, proponendo nuovamente alcuni leitmotiv che hanno caratterizzato i match tra le due squadre durante la scorsa stagione: i giallorossi continuano a perdere la via del gol al San Paolo, mentre gli azzurri si confermano grandi contro le big, creando tantissimo e sbagliando, ovviamente, un’interminabile serie di occasioni. La squadra di Benitez ha centrato due legni, sbagliato un gol a porta praticamente vuota e creato qualcosa come otto palle gol nitide. I mattatori del Napoli sono sempre loro: Higuain va a segno per la terza partita di fila, raggiungendo quota 5 in questa Serie A, mentre Callejon si fa perdonare il clamoroso errore di Bergamo regalando il 2-0 che ha chiuso definitivamente il match.

La Roma, d’altro canto, si conferma piccola contro le grandi: i problemi dei giallorossi sembrano insignificanti quando c’è di fronte una squadra di caratura inferiore, ma quando il livello comincia ad alzarsi ulteriormente la banda di Garcia comincia ad annaspare, peccando di personalità e di mordente nonostante la presenza di giocatori come Totti, De Rossi e De Sanctis, elementi carismatici capaci di guidare la squadra anche nelle situazioni più complicate.

Napoli-Roma 2-0 ha quindi esibito i classici copioni proposti dalle due squadre: gli azzurri, almeno stavolta, hanno parzialmente avuto la fortuna dalla propria parte, tenendo immacolata la propria porta e riuscendo a concretizzare almeno due delle infinite occasioni da rete create; un brutto passo falso, invece, per la squadra capitolina, che rischia il contro sorpasso nel caso in cui la Juventus riesca ad ottenere almeno un punto dalla trasferta di Empoli.

Giuseppe Senese

Sono un laureando in Scienze e Tecnologie Informatiche, che nutre anche numerose passioni come la musica, il cinema e il calcio. Adoro il Rock Progressivo degli anni 70' (soprattutto quello britannico e quello italiano) e sono un tifoso sfegatato del Napoli.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: