Divorzio breve: la strategia della commissione giustizia

Collegamento in diretta con la senatrice Filippin ed il senatore Caliendo martedì 30 settembre durante il consueto appuntamento a cura della Lega Italiana per il Divorzio Breve su Radio Radicale.

La principale novità sul divorzio breve è che la commissione giustizia del Senato proverà ad inserire il disegno di legge, già approvato a Montecitorio, all’interno della conversione in legge del decreto sulla riforma della giustizia civile. La stessa senatrice Rosanna Filippin, relatrice PD in commissione, in caso la strategia riesca pone come termine ultimo per l’approvazione del Decreto, e quindi del divorzio breve, la data del 12 novembre.

Il senatore Giacomo Caliendo, capogruppo di FI in commissione giustizia, conferma la volontà di procedere in questa direzione insieme al PD, una maggioranza trasversale che riuscirebbe a superare l’opposizione del NCD, paradossalmente alleato di Governo del PD. In questo modo si otterrebbe l’approvazione della riforma insieme alla degiurisdizionalizzazione della procedura prevista in particolari casi, il tutto senza dover attendere i tempi lunghi del classico iter parlamentare che nel caso vedrebbe il testo sul divorzio breve dover tornare in terza battuta alla Camera dopo le necessarie modifiche tecniche apportate alla proposta approvata in primavera a Montecitorio.

Entrambi i senatori confermano la mancanza di pressioni da parte della CEI come si poteva temere dopo le esternazioni degli ultimi giorni, e come sostenne di aver ricevuto nella scorsa legislatura l’allora relatore on. Paniz. Insomma, l’opposizione dell’NCD sembra doversi arrendere davanti ai numeri abbastanza ampi dei “divorzisti”.

Buone nuove, quindi, sul fronte divorzio breve, ora c’è da attendere fattivamente che alle proposte seguano i fatti.

Riascolta la trasmissione

Diego Sabatinelli

Dal ’95 letteralmente “batto le strade” di Roma per promuovere le iniziative nonviolente radicali, a partire dalla raccolta firme su 20 referendum che si svolge proprio quell’anno…

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: