Governo Renzi: Ministro Dario Franceschini

Il Ministro ai beni e alle attività culturali e turismo, del nuovo Governo Renzi è Dario Franceschini. Ecco la  scheda informativa

Il 21 febbraio 2014, il nuovo capo del governo Matteo Renzi, ha nominato Dario Franceschini Ministro dei beni e delle attività culturali e turismo. SenzaBarcode, così come già successo per il Governo Letta, vi propone una serie di schede informative sui neoministri.

Dario Franceschini è nato a Ferrara il 19 ottobre 1958, sempre qui ha conseguito la laurea in Giurisprudenza.

Nei primi tre anni di privatizzazione è stato membro del Collegio Sindacale di ENI S.p.A.

La sua discesa in politica è iniziata nel 1974, proprio da Ferrara, dove Dario Franceschini ha fondato, all’interno del suo liceo, l’ASD – associazione Studentesca Democratica, di ispirazione cattolica e centrista-

Negli anni dell’università si iscrive alla DC e nel 1980 entra a far parte del Consiglio Comunale di Ferrara.

Dario Franceschini partecipa all’Assemblea Costituente del PPI nel 1993, ma in seguito alla scelta del partito di presentarsi alle amministrative come terzo polo e non in unione col centro, decide di abbandonare il partito e aderire ai Cristiano Sociali. Proprio come esponente di questa corrente, nel 1994 riveste il ruolo di Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Ferrara.

Dario Franceschini arriva al Governo, per la prima volta, durante il secondo mandato di D’Alema, che lo nomina Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con delega alle Riforme istituzionali. Ruolo che rivestirà anche nel Governo Amato. Al suo operato si deve l’introduzione del voto per gli italiani all’esterno e la modifica del Titolo V della Costituzione.

Dal 2001 al 2009 ricopre vari incarichi istituzionali all’interno di alcuni partiti del centro sinistra, come l’Ulivo, la Margherita, e finendo al Partito Democratico, del quale diventa il Segretario nazionale nell’ottobre del 2009, in seguito alle dimissione di Veltroni.

Dario Franceschini è attivo anche in ambito europeo, rivestendo ruoli di rilevanza all’interno di varie delegazioni, come ad esempio l’OSCE – Assemblea Parlamentare dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa. E’ inoltre socio fondatore dell’Associazione interparlamentare per il commercio equo e solidale.

Letta, un anno fa, lo ha nominato Ministro dei Rapporti con il Parlamento.

Dario Franceschini non è però solo un politico. Ha infatti pubblicato con successo due romanzi. Il primo, edito Bompiani nel 2006, “Nelle vene quell’acqua d’argento”, ha vinto l’anno dopo la sua pubblicazione, il “Chambery Premier Roman” in Francia e il Premio Bacchelli in Italia.

Dal 21 febbraio 2014, Dario Franceschini, riveste il ruolo di Ministro dei Beni Culturali e del Turismo.

Marika Massara

Nata e cresciuta in provincia di Milano, emigrata in Calabria, adottata da Roma, non posso che definirmi italiana. Amo la mia Calabria, il mare d'inverno e il Rock. Da sempre attenta alla politica (più che ai politici), non posso che definirmi assolutamente di sinistra. Segni particolari: Milanista sfegatata.

3 pensieri riguardo “Governo Renzi: Ministro Dario Franceschini

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: