Green Italia. Prende forma la casa politica degli ecologisti italiani

Sabato 1° marzo si terrà a Roma, dalle 9.30  al Teatro Quirinetta,  l’assemblea di fondazione di Green Italia,  il nuovo movimento politico ecologista. 

 Saranno presenti come ospiti, tra gli altri: Don Luigi Ciotti, il sindaco di Roma Ignazio Marino, il professor Andrea Carandini, il critico Philippe Daverio, il sindaco di Lampedusa Giusy Nicolini, il filosofo Mauro Ceruti. Prende dunque definitivamente forma la casa politica degli ecologisti italiani e di tutti coloro che credono nel “green” come colore del futuro e vedono nella sostenibilità ambientale e sociale la strada obbligata per accompagnare l’Italia fuori dalla crisi socio-economica, civile ed ecologica. Green Italia, promosso tra gli altri da Monica Frassoni, Roberto Della Seta, Francesco Ferrante e Fabio Granata, dopo oltre sei mesi di “incubazione”, decine di iniziative sul territorio italiano e un costante riferimento a livello europeo con l’European Green Party, prende ufficialmente forma come soggetto politico. L’assemblea, che si terrà presso il Teatro Quirinetta (via Marco Minghetti 5) a partire dalle ore 9.30, discuterà e deciderà sul programma, l’organizzazione interna, gli impegni più ravvicinati – anche elettorali – di Green Italia. Il punto di avvio di questa impresa collettiva avverrà nel segno del massimo coinvolgimento: ogni cittadino potrà partecipare da “fondatore” a questo evento, con diritto di voto sulle decisioni assunte nell’occasione. Unica eccezione i limiti definiti nel codice etico del movimento, che esclude dalla possibilità di aderire chi abbia avuto condanne o rinvii a giudizio per reati di criminalità organizzata e di corruzione.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

2 pensieri riguardo “Green Italia. Prende forma la casa politica degli ecologisti italiani

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: