Ucraina: violata la Neverland del regime

Ucraina: dopo la caduta del regime di Viktor Yanukovich e in attesa della ricostruzione del paese, una folla di curiosi ha invaso la reggia dell’ex presidente in fuga.

villa Yanukovich

Gli scintillanti cancelli del parco Mezhighiria si sono spalancati per il popolo Ucraino, svelando le segrete stanze del potere di Viktor Yanukovich. Il regime è caduto, il popolo ha prevalso, ma a che prezzo.

Difficile ignorare le immagini dei cecchini che, appostati sui tetti intorno a piazza Maidan, hanno falciato decine di dimostranti. Il Parlamento ha dovuto agire, così nella giornata di sabato l’ex leader è stato accusato di violazione dei diritti umani e deposto dalla presidenza. E proprio mentre Yanukovich metteva in atto un goffo tentativo di fuga in Russia, un fiume di gente ha invaso la sua tenuta nel parco Mezhighiria, una sorta di Neverland dell’est Europa.

Nascosto all’interno di ettari di bosco i rivoluzionari hanno scoperto un vero e proprio paese delle meraviglie. Ville da sogno, campi da golf, una zoo e persino un grosso galeone ormeggiato di fronte a casa: questo era il paradiso dell’ex leader. Ma non solo, nascoste sotto tutto quel verde stavano collezioni di auto e moto d’epoca, elicotteri e tanti oggetti preziosi.

Una folla di curiosi ha subito invaso i vialetti della tenuta, scattando foto a più non posso e pubblicandole sui social. Immagini che ritraggono la fugace gioia della vittoria, sospirata parentesi in attesa della complicata ricostruzione. Difficile non rimanere colpiti nel vedere uomini in tenuta da battaglia ritratti seduti e sorridenti in scintillanti salotti dorati, donne e bambini curiosare all’interno del grosso galeone di legno pregiato, uomini armati divertirsi giocando a golf. Molte delle immagini pervenute tramite il web lascerebbero pensare quasi ad una gita domenicale allo zoo, tra pavoni e vitelli, piuttosto che ad una trionfante marcia della vittoria.

Ciò che aspetta il popolo ucraino sono per prima cosa le nuove elezioni, fissate dal Parlamento il prossimo 25 maggio; poi andranno ascoltate le richieste europeiste dei rivoluzionari e combattuta la dilagante corruzione che negli anni ha messo in ginocchio il paese. Non sara, però, Julija Tymoshenko a curare la ricostruzione. Subito dopo essere uscita come donna libera dall’ospedale in cui era ricoverata per problemi alla schiena, l’ex leader ha arringato la folla promettendo sforzi per far ripartire l’economia, ma escludendo una sua candidatura alla guida dell’esecutivo.

In attesa di conoscere il proprio futuro una gran folla si è riunita in piazza Maidan a Kiev, composta dopo tanti giorni di battaglia nuovamente da donne e bambini, oltre che da uomini. Una folla riunita per festeggiare la vittoria, ma sopratutto per piangere i suoi morti, apostrofandoli come eroi intorno ad un immenso monumento ai caduti fatto di fiori e lettere.

Nel frattempo molti ministri si sono dati alla fuga e lo stesso Yanukovich  è scappato in elicottero verso una destinazione ignota, ripetendo con successo il tentativo di qualche giorno fa. Al momento le operazioni di ricostruzione sono in mano al governo provvisorio, guidato dalle coalizioni dell’opposizione, che in cerca di dialogo con quanto rimane del regime sono impegnate a firmare i primi, importantissimi, accordi.

Un pensiero riguardo “Ucraina: violata la Neverland del regime

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: