Il tentato attacco terroristico a Obama.

In questi giorni, l‘FBI ha arrestato due americani che stavano per preparare un piano per colpire il presidente Obama. Questi due, con simpatie verso la setta del Ku klux klan, volevano uccidere i musulmani e lo stesso presidente, con una macchina ai raggi X.

KKK

Un agente ha finto di voler partecipare al progetto e ha offerto la sua competenza per perfezionare questa “macchinetta”. La loro intenzione era di costruire una sorta di cannoncino che sparasse radiazioni, da un furgone. Ciò che raccapriccia è il fatto che i due avrebbero dovuto trovare del materiale radioattivo in grosse quantità e in pratica, non è come acquistare dei proiettili per un fucile. Se avessero portato a termine l’atto criminoso, avrebbero contaminato un gran numero di persone. Insomma, questi terroristi xenofobi erano pericolosi nel pensiero, nel modo per commettere l’attentato e nella progressiva realizzazione di progetti terrificanti.

Il terrorismo è una minaccia ricorrente nel mondo occidentale e ciò che sta avvenendo in Siria, evidenzia che non esiste nessun rispetto della vita umana, al di là del personaggio che si vuole uccidere: in quel paese, sia il regime di Assad che i ribelli, commettono dei crimini contro “l’umanità”. E’ da giorni che si è diffusa la notizia di alcuni cristiani decapitati in modo “medievale” o “barbaro”, nella guerra civile in Siria e se fosse autentica, tutti noi dovremmo pensare chi e che individui possano esistere. Gli integralisti ad ogni livello, sono persone che non accettano il confronto e di fronte a queste posizioni risolute, non si può dialogare. Nella quotidianità, ho avuto modo di conoscere persone di diversa cultura e quando mi trovo con persone di religione musulmana, devo stare attenta a come pormi. A tal fine racconto un episodio: in classe, un ragazzo di nazionalità tunisina mi chiese perchè in Italia, le donne alzavano la voce con gli uomini. Sono stata formale e ho risposto che nel nostro Paese, la donna ha la stessa dignità dell’uomo. Questo ragazzo mi ha guardato come se avessi detto una cosa non proponibile. Non si deve generalizzare, ma la donna anche dagli italiani, è brutalizzata. Il caso della donna fatta a pezzi dal convivente e messa nel congelatore, ci rivela il nostro status di “donne in un paese civile”. Camus scriveva che “l’esistenza si fonda sul significato della vita di ognuno…” e la vita è diventata un valore da calpestare con ignominia. Noi, abbiamo perso l’occasione di far eleggere come presidente della Repubblica, una donna, un attuale ministro che è sempre stata in prima linea nelle battaglie per i diritti civili quando il nostro paese era sommerso nell’oscurantismo.

La donna

Tu conduci tutto…

La famiglia, il lavoro,

la casa.

E lo schiaffo ti pervade.

Tu piangi e

il dolore ti uccide.

Uomo piccolo schiavo

di un’idea ristretta….allontanati.

Gli angeli non si toccano.

Ferma la violenza che è in

te….

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: