Comunali Roma: Valentina Grippo su Marino e Renzi

Per richiedere l’inserimento di un comunicato stampa [email protected]

130112-valentina-grippo-3

“Il nostro e’ un appello ai cittadini romani, affinché facciano prevalere sulla disaffezione per la politica la necessità di restituire a Roma un progetto di governo e un sindaco che abbia la capacità di realizzarlo. Il 9 e il 10 giugno bisogna andare a votare per scegliere Ignazio Marino e sostenere la squadra che lo affiancherà in Consiglio”.

Lo dichiara Valentina Grippo, consigliere comunale in pectore – che in caso di vittoria di Marino sarà la voce renziana in consiglio comunale e vice segretario romano del PD – , a margine dell’evento che ha visto protagonisti Ignazio Marino e Matteo Renzi per una mattinata di incontri con i cittadini romani, conclusasi al teatro Ambra nel cuore del quartiere Garbatella.

“Roma deve tornare a far funzionare i servizi, ad essere la città dei diritti e non dei favori, a mettere al centro famiglie e infanzia, a far ripartire l’industria culturale, a proteggere i più fragili, a non lasciare solo nessuno. La nostra città deve diventare la capitale europea che merita di essere nel 2013.”

Avvicinamento anche sulla visione del Partito Democratico della Capitale: “Marino si è già espresso a favore di un partito senza correnti che proceda unito come strumento per cambiare e migliorare la società. Proprio come molti di noi il nostro candidato sindaco ha come prima tessera quella del PD e un curriculum professionale e vissuti che precede il suo percorso politico; sono convinta che tutto ciò contribuirà a rigenerare le forze politiche di Roma, troppo spesso concentrate su dinamiche di appartenenza e non capaci di innovare e parlare alla persone. Un sindaco che metta al centro merito, competenze e rinnovamento è ciò che serve a Roma e alla politica della città: il sostegno che aumenta ogni giorno intorno a Marino da mondi che i partiti spesso non intercettano, dall’associazionismo al no profit, dal mondo religioso allo scoutismo, dalle professioni all’impresa saranno la chiave per cambiare Roma.

Matteo Renzi ha dimostrato, come sindaco di Firenze e come leader politico, che unendo una visione di società alla somma di buone pratiche quotidiane il cambiamento non è impossibile.”

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: