XIII Aurelio Polizia Locale. L’agitazione annunciata

Era inevitabile. La nota ultimativa delle organizzazioni sindacali unite contro l’inaccettabile e insostenibile situazione del XIII Aurelio è arrivata.

È la forza di Polizia della Capitale d’Italia, è sulle strade, negli uffici, nelle amministrazioni del sindaco e sta al freddo. Una missiva delle organizzazioni sindacali, CGIL, CISL e UIL unite titola nota ultimativa, un ultimo avviso. È indirizzata nuovamente, come le precedenti, al sindaco Roberto Gualtieri, al capo di gabinetto Albino Ruberti, al comandante del corpo Ugo a Angeloni, al dipartimento SIMU per gli occhi del direttore Ernesto Del Vicario e per conoscenza alla neo eletta presidente del Municipio XIII Sabrina Giuseppetti e al dirigente del XIII Aurelio della Polizia Locale Maurizio Sozi, subentrato al comandante Fanelli all’inizio dell’anno.

Nella lettera viene nuovamente evidenziato “Il mancato funzionamento dell’impianto di riscaldamento della sede rimasto a oggi non funzionante con condizioni ambientali insostenibili per il freddo percepito all’interno degli uffici al quale si è aggiunta la mancanza di corrente che da diversi giorni interessa alcuni uffici”

È un avviso che imbarazza anche solo doverlo leggere, non oso immaginare come dovrebbe sentirsi chi lo riceve, ma a quanto pare non ha mai avuto l’effetto desiderato

Dopo mesi di segnalazioni, articoli stampa, note per le agenzie, assemblee e tante, forse troppe, parole si è ancora al punto di partenza. Uomini e donne, dipendenti della struttura amministrativa di Roma Capitale, non hanno la possibilità di lavorare rispettando la loro dignità. Al freddo e, come si apprende tra poco, senza luce. L’impianto elettrico, fatiscente, ormai da giorni ha abbandonato gli uffici.

“Appare evidente” continua la nota “che in assenza di riscontri immediati, le scriventi organizzazioni sindacali, metteranno in campo tutte le iniziative necessarie e per le quali è stato dato mandato da lavoratrici e lavoratori del XIII gruppo Aurelio nell’assemblea del 27 gennaio scorso, compreso l’indizione dello stato di agitazione e la denuncia presso il servizio Presal della ASL competente”.

Io non sa bene cosa ci si dovrebbe aspettare in questo momento. Però credo che se qualcuno, nottetempo, si occupasse di risolvere il problema, se qualcuno lo facesse questa notte, ecco comunque sarebbe troppo tardi perché la situazione ha del grottesco.

La speranza è che non sia solo necessario cambiare una caldaia e rivisitare l’impianto elettrico: sarebbe veramente troppo facile e renderebbe troppo difficile motivare questo abnorme ritardo.

Sappiamo anche di scuole e altri uffici amministrativi in simili condizioni, senza dimenticare che il XIII Aurelio può anche vantare una coltivazione di muffa lungo le pareti

Se in questi giorni vi capitasse di incontrare migliaia di agenti di Polizia Locale che si dirigono in piazza del Campidoglio, state tranquilli, non è un dejavù del 2013 sotto l’amministrazione Marino. Sarà sicuramente la protesta della Polizia Locale di Roma Capitale dedicata all’amministrazione Gualtieri.

Ovviamente SenzaBarcode sarà nuovamente in piazza con loro.

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: