Shadow of Norge: nuovo turismo?

La prima puntata di InItinere  è in compagnia di Roberta Rodelli, storica  e ricercatrice del GREAL nonché creatrice della app dell’omonimo progetto Shadow of Norge.

Il progetto internazionale Shadow of Norge commemora la spedizione Amundsen-Ellsworth-Nobile nel suo 95° anniversario. Questa traversata è partita il 10 aprile 2021 e finirà il 14 maggio 2021. In queste date, ma anche successivamente, sarà possibile ripercorrere in tempo reale il viaggio del dirigibile Norge grazie all’apposita app in realtà aumentata di imminente pubblicazione. Questa app consente di visualizzare gli spostamenti del Norge in alcune fra le principali locations del suo viaggio storico e in alcuni luoghi simbolo, legati alla storia della spedizione.

Chi si troverà quindi nei luoghi di passaggio del Norge potrà seguire le vicende che lo hanno visto protagonista. Le informazioni e la documentazione storica circa la spedizione saranno di facile fruizione sul sito ufficiale nelle quattro lingue utilizzate durante la spedizione (Norvegese, Inglese, Italiano, Russo).

Turismo e realtà aumentata: binomio d’amore?

La realtà aumentata sta aiutando il turismo in diversi settori, basti pensare alle campagne che stanno facendo i musei; i famosi Virtual tour delle opere e dei monumenti o degli scavi archeologici. Viene utilizzata dai ristoranti per gli ordini e per evitare il contatto con i vecchi menù cartacei ed in ultimo riscontro anche da amanti della natura che in realtà aumentata possono ripercorrere dei percorsi più o meno avventurosi.

Questo progetto nella attuale situazione pandemica ha contribuito di sicuro allo sviluppo di un turismo virtuale ma che tiene conto degli avvenimenti storici per scoprire dei nuovi luoghi che altrimenti turisticamente parlando non avrebbero avuto una spiccata attrattiva.
Il turismo di realtà aumentata ha permesso un turismo di prossimità nelle tappe significative di questa spedizione ed ha altresì permesso un riconoscimento di quei landmark minori in modo tale da poter essere valorizzati in un futuro molto più vicino di quello che si pensi, un nuovo modo di fare turismo? Io direi di sì.

Volete scoprire tutti quei luoghi? 

Vi lascio il primo podcast di InItinere, registrato con Roberta Rodelli il 15 aprile per WebRadio SenzaBarcode.

Giulia Vinci

Giulia Vinci nasce a Roma nel 1990, dove attualmente vive e lavora come ricercatrice e responsabile eventi scientifici e di divulgazione culturale del GREAL (Geography Research and Application Laboratory) presso L’Università Europea di Roma. Collabora con numerose attività italiane e straniere, partecipando in sinergia a progetti internazionali di valorizzazione del territorio e del patrimonio culturale. Ama viaggiare, la storia e…le nuove sfide!

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: