Conoscenza, Sapienza e Competenza.

Questi tre sostantivi hanno significato semantico, storico, culturale e filosofico molto diversi. Vocabolario alla mano, facciamo chiarezza. Oggi studiamo Conoscenza, Sapienza e Competenza.

Conoscènza: da conòscere. Apprendere e ritenere nella mente una nozione.

La conoscenza è l’atto del conoscere una persona o una cosa. é una facoltà (essere capace di intendere e volere). In filosofia, la teoria della conoscenza (gnoseologia) indaga sul valore della conoscenza e sui suoi limiti.

Gli antichi latini recitavano nosce te ipsum – conosci te stesso in modo riflessivo cioè prendere coscienza di sè, del proprio carattere e della propria indole.

La conoscenza è composta quindi di più momenti: quello dello studio, quello dell’apprendimento, quello dell’esperienza e quello della riflessione

Oggi l’uomo ha l’obbligo morale (come insegnavano gli antichi) di conoscere. La conoscenza non è legata agli studi conseguiti ma deriva dalla curiosità, dall’esperienza e dalla riflessione.

Sapienza: da sapere. L’insieme delle conoscenze acquisite con lo studio e le esperienze. In religione Dio è la Sapienza assoluta ed infinita. Gli antichi filosofi erano definiti I Sapienti.

In senso più ampio comprende la sfera spirituale e morale, intesa come saggezza.

È anche la denominazione di alcune tra le più antiche Università, tuttora usata in alcune città.

La sapienza deriva dagli studi conseguiti e dall’esperienza in una determinata facoltà. Rimane spesso elitaria.

Competenza: da competere. Essere competente cioè trattare con idoneità, giudicare e risolvere determinate questioni. Espressione utilizzata principalmente in Diritto, nella linguistica moderna è la traduzione dell’inglese competence che si oppone alla performance, tradotto più semplicemente in esecuzione

La competenza prevede un gareggiare, un competere appunto con qualcuno o qualcosa. Essere troppo superiori a qualcuno, riduce la competizione.

La competenza è saper fare qualcosa. È indipendente dagli studi conseguiti ed è essenzialmente legata alla pratica. Nell’intendere comune è confuso con la sapienza. Se vuoi  approfondire questo tema, segui il podcast Dizionario alla Mano, Ogni prima domenica del mese, alle 11 su Webradio SenzaBarcode.

Emanuela Fatilli

Emanuela Fatilli nata a Busto Arsizio dove tutt'ora vive, nel 1973 é sposata e madre di due figli Giovanni e Giacomo. Lavora presso l'ospedale di Magenta dal 1996 in qualità di Tecnico di Radiologia. Ha pubblicato il suo primo libro, " La casa infestata che non c'era l'albergo aperto", nell'ottobre del 2018 per la casa editrice milanese "Excogita ". Da settembre 2019 collabora con la WebRadio SenzaBarcode come speaker e autore per il programma Disabilità e Benessere.

Un pensiero su “Conoscenza, Sapienza e Competenza.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: