Bonus affitti, come si muovono i Comuni?

Bonus affitti, per tante famiglie è il solo modo di evitare morosità incolpevole. Ne parliamo con Massimo Pasquini, Segretario Nazionale Unione Inquilini.

Il Decreto-Legge 17 marzo 2020, n. 18 – meglio noto come Cura Italia – prevede, oltre ad una serie di misure per il potenziamento del Servizio sanitario nazionale, il sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’ergenza sanitaria. Per molte famiglie è diventato impossibile pagare l’affitto, per altri lo è mangiare. A questi sono rivolti bonus affitti e spesa.

Se per i secondi, il Comune di Roma, sembra essersi mosso rapidamente e con efficacia attuativa, per il bonus affitti ancora non si vede soluzione. La Regione Lazio, ieri 14 aprile, ha pubblicato sul suo account ufficiale di Facebook, un video messaggio di Massimiliano Valeriani, assessore alle politiche abitative, che annunciava lo stanziamento di 43 milioni di euro destinati alle persone in difficoltà economica. Per ulteriori informazioni si rimanda alla sezione dedicata del sito della Regione.

Bonus affitti al Comune di Roma

Interviene a Disputandum, il contenitore per il dibattito della WebRadio SenzaBarcode, Massimo Pasquini, Segretario nazionale Unione inquilini, per aiutarci a fare il punto della situazione:

“… la Regione Lazio è intevenuta con un fondo di 43 milioni compessivi, ma bisogna fare molta attenzione”. Una parte di quel denaro, 21 milioni per l’esattezza, è una accellerazione dell’erogazione di un contributo stanziato per un bando precedente. “I 22 milioni restanti” continua Paquini “sono un contributo ex novo ai quali, i Comuni, avrebbero dovuto seguire con avviso pubblico per presentare le domande. Ad oggi, la gran parte dei comuni del Lazio, e in particolare Roma, non ha ancora emesso l’avviso pubblico.”

Il termine ultimo, indicato dalla Regione Lazio, per presentare le domande è il 25 maggio.

A Roma spettano 11 milioni, e un contributo, a chi ne ha diritto, di circa 280€ per tre mesi. Per moltissime famiglie il bonus affitti è il solo modo per non cadere in morosità.

Massimo Pasquini, che non sa come aiutare i molti utenti che si rivolgono all’Unione Inquilini, spiega: “La Regione Lazio ha fatto un comunicato, ha reso pubblico e ha parlato sui social” dell’esistenza del contributo, “però, di fatto, alla gente non è arrivato nulla. Questo perchè i Comuni sono in grandissimo ritardo e pensano di fare le cose a lungo termine…”.

Le nuove povertà

Si spera che l’emergenza sanitaria possa trovare presto soluzione, ma la certezza è che questo periodo è stato più che sufficiente per far luce su nuove e vecchie povertà. Una parte, non è ancora chiaro quale e quanto grande, dei nostri concittadini vivevano in uno stato di precarietà, oggi si è trasformato in assoluta povertà.

Bonus affitti, spesa e altri provvedimenti che sono stati individuati, e che si spera presto saranno anche attuati, possono probablmente aiutare, o addirittura essere adeguati in questo momento emergenziale. Tutto quello che sarà ‘dopo’, nel post 3 maggio, deve essere stabilito ora e messo in campo il prima possibile.

Nel player l’intervista a Massimo Pasquini, Segretario Nazionale Unione Inquilini.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: