Cronaca

La piccola e media editoria alla nuvola

Il 4 dicembre torna Più libri più liberi, la fiera della piccola e media editoria, alla nuvola di Fuksas con il grande tema dell’Europa.

L’edizione 2019 è stata presentata al Tempio di Adriano, la Camera di Commercio di Roma in Piazza di Pietra, a due passi dal Pantheon. Anche per quest’anno il programma e ricchissimo di eventi tanti libri, informazioni scrittori ed Editori. Si spazia da Coppi ultimo di Marco Pastonesi presentato in musica, a Gigi Marzullo con Non ho capito la domanda, l’ultimo regalo di Babbo Natale e poi ancora Non ho un sogno. Fiabe sonore e libri nati dal piccolo schermo.

Il tema di quest’anno è l’Europa e i suoi confini e, dal 4 al 8 dicembre, si parlerà di uno dei più spinosi e cruciali argomenti, per il presente e il nostro futuro. Ci aspetteranno quindi molte discussioni aperte e confronti,  dialoghi su questioni fondamentali, come l’identità e i valori dei cittadini europei. Non mancherà l’annosa domanda di “come sarà l’Europa domani? Costellata di muri o ponti?

Annamaria Malato, presidente di Più libri più liberi, ha sottolineato l’importante traguardo raggiunto quest’anno dalla fiera organizzata dal 2002 e che ha quindi raggiunto 18 anni. Diventa quindi maggiorenne l’evento proposto dall’Associazione Italiana Editori. 

“La fiera continua a essere attrattiva verso chi ancora non ha trovato, per motivi di spazio, la possibilità di esporre”. Ha spiegato la presidente.

“Novità di quest’anno, per esempio, è la presenza di Adelphi, marchio storico della cultura italiana. Sul piano della comunicazione abbiamo inserito poi una novità rilevante: da quest’anno Plpl si dota di una radio, che trasmetterà sui social in diretta contenuti, interviste, affidate a uno speaker davvero di eccezione”.

La WebRadioSenzaBarcode vi propone la conferenza stampa

L’intera conferenza stampa, in attesa di trovarci tutti alla Nuvola per Più libri più liberi, la potete ascoltare dal podcast a fondo pagina.

[spreaker type=player resource=”episode_id=20147189″ width=”100%” height=”200px” theme=”light” playlist=”false” playlist-continuous=”false” autoplay=”false” live-autoplay=”false” chapters-image=”true” episode-image-position=”right” hide-logo=”false” hide-likes=”false” hide-comments=”false” hide-sharing=”false” hide-download=”true”]


Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!