Soppalchi in legno, consigli di Arienti Arreda

I soppalchi sono un’idea alternativa per una concezione diversa della casa e che consente di ampliare gli spazi.

Sono sempre più coloro i quali ricorrono a scelte di soppalchi in legno per la propria abitazione andando sostanzialmente a raddoppiarne lo spazio a disposizione. Una soluzione che si presta particolarmente per case di metratura limitata, come nell’ipotesi di monolocali o bilocali per single. Quello che è importante per realizzare un soppalco in legno è farlo in modo corretto, sicuro dal punto di vista struttura e soprattutto rispettando la legge, che in materia esiste ed è piuttosto precisa.

Vediamo nel dettaglio come fare per realizzare opere di questo genere con il supporto di Arienti Arreda, realtà di arredamento artigianale con sede in Brianza ma che consegna i propri mobili in tutta Italia, compresa Roma, specializzata anche in soppalchi in legno.

Quali sono i vantaggi di un soppalco in legno?

“Un soppalco in legno è un’idea interessante per ampliare, quando non raddoppiare del tutto, lo spazio a disposizione. Una soluzione che va anche a conferire calore all’ambiente, rendendolo più accogliente e suggestivo. Una stanza soppalcata ha sempre un sapore particolare, magico. Inoltre a seguito di un lavoro di questo genere il valore di casa tende a salire. Le soluzioni sono molteplici, è importante farlo in modo corretto.”

Quali sono i requisiti per una soluzione di questo genere?

“Ovviamente si deve poter contare su una buona altezza del soffitto per poter prendere in considerazione un’ipotesi di questo genere. Il tetto poi deve essere isolato e coibentato al meglio. Tecnicamente si parla di inserire una struttura in legno formata da una balaustra, una piattaforma ed una scala per accedervi. Il tutto genera una vera e propria stanza extra nella propria abitazione.”

Quali sono le differenti tipologie di soppalco in legno?

“Le operazioni possono essere molteplici, a seconda della qualità dei materiali utilizzati, si pensi al legno di faggio o rovere, ritenuti pregiati, e della metratura da coprire.”

Veniamo alla questione legale: cosa occorre per realizzare un soppalco in legno?

“È fondamentale seguire fedelmente ogni passaggio dal punto di vista normativo. In Italia esiste una apposita legge che definisce la materia. Ad esempio l’altezza minima per un soppalco con permanenza di persone è sancita per legge da ogni singola regione. Il tutto è armonizzato a livello nazionale dal Decreto Ministeriale del 5 luglio 1975 che va ad indicare una altezza minima di 2,70 metri per un soppalco abitabile. Proprio perché poi, nel concreto, regole e misure sono variabili da regione a regione è sempre bene informarsi prima ed affidarsi a professionisti esperti di realizzazione soppalchi in legno.”

Foto di Jean-Paul Jandrain da Pixabay

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: