Grecia, e sei subito al centro delle cose belle

Basta dire Grecia e ci si sente già in vacanza. Relax, bellezza, filosofia, colori mozzafiato, sapori unici e genuinità. La Grecia è tutto questo, ma anche molto di più.

Se siete italiani e, magari ordinando un pita ghiro o un souvlaki, gli autoctoni vi sentono parlare nella vostra lingua madre, subito vi sentirete dire, con un grande sorriso e tono confidenziale “italiani! Una faccia una razza”. Benvenuti in Grecia!

Le origini di questa frase sono ancora incerte, molti ritengono che l’espressione sia italiana anche se sono i greci ad usarla più di frequente. Recenti studi sul DNA mitocondriale dimostrano che, l’eredità materna dei greci moderni, è distinto dagli slavi, ed è simile agli italiani. Quindi la nostra somiglianza va al di là dei carattere e dei modi di fare tipici del sud italia, ma siamo legati a doppio filo e lo si sente ogni volta che si va in Grecia.

Che siano isole o continente i colori vi resteranno impressi per tutto l’anno.

Naxos, Kos, Atene, Zante, Creta, Rodi… non c’è luogo che può lasciare indifferenti. Se si arriva all’Aeroporto internazionale si hanno diverse soluzioni (qui come muoversi e raggiungerlo) per raggiungere il centro di Atene. Io consiglio la metropolitana senza dubbio e fare la prima tappa a Monastiraki. Depositate tutti i bagagli, liberi dai pesi e scarpe comode: bisogna scorrazzare tra il mercato, i negozietti, le bancarelle e acquistare tutto quello che potete perché ci saranno meraviglie per voi. Spezie, tessuti, souvenir in legno… Assaggiate tutto, Non perdetevi nulla! e concedetevi uno splendido caffè greco, da bere seduti, con tanta calma e trovando la poesia in ogni sorso.

E poi decidete …

se il vostro è un viaggio culturale, allora è obbligatorio andare al Partenone, il Tempio di Zeus Olimpio, l’Acropoli, l’Agorà di Atene, il Tempio di Efesto e tutti gli altri stupendi siti di Atene. Se invece la vostra destinazione è un’isola allora potete imbarcarvi al Pireo, da Laurio o da Rafina (info a questo link).

Il più grande è il porto del Pireo, ad una decina di chilometri dal centro di Atene facilmente raggiungibile in metropolitana, in bus o in taxi. Da qui traghetti e navi portano praticamente dappertutto anche per imperdibili last minute in Grecia. Scegliete un’isola e perdetevi nelle acque cristalline, le grotte splendenti. Tra la sabbia rosa e fondali spettacolari. Ma attenzione, crea dipendenza, difficilmente vi basterà. La Grecia entra dentro e scava linee bianche e blu.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: