Crollo della Pontina “manutenzione mai effettuata”

Automobilista ancora disperso nel crollo della Pontina, località San Vito. Voragine aperta al km 97+700, San Felice Circeo.

Risulta ancora disperso l’automobilista che stamattina, intorno alle 6.50 si trovava a percorrere la Ss 148. Il crollo della Pontina, all’altezza del Circeo, è stato causato dal maltempo, anche se quel tratto di strada è circondato da polemiche da molto tempo.

“Questa mattina appena ho appreso la drammatica notizia del crollo della Pontina in località San Vito” ha dichiarato il presidente della commissione regionale sanità, Giuseppe Simeone “ho contattato l’amministratore delegato di Astral spa, Antonio Mallamo, per sapere quale fosse lo stato dell’arte e chiedergli di intervenire con la massima urgenza e rapidità”.

Una seconda auto ha impattato contro il guardrail, evitando così di cadere rovinosamente nell’enorme voragine, il conducende è ferito. L’altra auto invece è ancora nel fondo. Sul posto i Vigili del fuoco, Polizia Stradale e Carabinieri.

“Questo non è altro, purtroppo, che il frutto di una manutenzione ordinaria e straordinaria mai effettuata, di monitoraggi sul rischio idrogeologico mai compiuti” continua Simeone. “La Pontina non è più, da tempo, una strada adeguata a supportare il flusso di traffico, soprattutto di mezzi pesanti, che ogni giorno la contraddistingue” conclude .

Obbligatoria l’uscita sulla Migliara 56 fino a Sabaudia, per chi proviene da Latina con deviazione sulla via Litoranea. Chi proviene da Terracina può invece uscire sulla Migliara 58 e proseguire sulla Litoranea.

 

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: