Giornata delle Dimore storiche del Lazio

La prima Giornata delle Dimore storiche del Lazio. Domenica 21 ottobre ingresso gratuito nei 72 siti, in 5 province, del Lazio.

Domenica 21 ottobre, su iniziativa di LazioInnova e la collaborazione della Regione Lazio, sarà possibile visitare tutte Le Dimore storiche delle cinque province. La prima Giornata delle Dimore storiche del Lazio è stata presentata lo scorso 12 ottobre presso il WeGill, l’ex GIL, lo storico palazzo di Trastevere. Riaperto solo recentemente  e dato in gestione alla società regionale LazioCrea.

La giornata sarà il primo evento ideato dalla Regione Lazio, con il supporto di LazioInnova e la collaborazione dell’I.R.Vi.T. – Istituto Regionale Ville Tuscolane, dell’Associazione Dimore Storiche Italiane e dell’Associazione Parchi e Giardini d’Italia, per promuovere la “Rete delle dimore storiche” costituita nel 2017 in applicazione della Legge regionale n. 8 del 2016 e che al momento raccoglie 109 siti pubblici e privati selezionati attraverso un avviso pubblico.

Nicola Zingaretti, presidente della Regione annuncia

“…Abbiamo stabilito un fondo per la valorizzazione dei siti UNESCO della nostra regione… Inoltre segnalo una delle grandi innovazioni che abbiamo fatto in questa programmazione europea. Abbiamo dedicato con il Miur, con questo governo e con la Regione, il primo distretto tecnologico applicato insieme al patrimonio culturale insieme al Miur. Risorse per capire come  unire Questo immenso patrimonio con l’innovazione tecnologica può dare nuovo slancio, non solo alla gestione, Ma la valorizzazione di questi grandissimi e importantissimi luoghi”. A fine articolo l’intervento, trasmesso da SenzaBarcode, in diretta Facebook.

A queste dimore saranno destinati 500 mila euro per interventi di manutenzione e recupero attraverso un avviso pubblico che sarà pubblicato nel mese di novembre, mentre dal 1° novembre al 30 dicembre saranno straordinariamente aperti i termini per presentare le nuove candidature.

Per conoscere tutti i siti che si possono visitare domenica 21 ottobre vi rimandiamo al sito ufficiale, ricordando che orari e modalità di visita sono differenti, la prenotazione è obbligatoria.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: