Precisazioni dal Comando Generale del Corpo di Polizia Locale

In merito agli articoli apparsi sulla cronaca di Roma del “Messaggero” del 2 e 3 novembre scorsi, il Comando Generale del Corpo di Polizia Locale, precisa quanto segue.

Il vestiario dato in dotazione al personale del Corpo di PL, da tre anni a questa parte, si riferisce ad una gara triennale, e non annuale, indetta nel 2013, con fornitura in tre lotti, ed è stata aggiudicata nel 2014 per un importo di Euro 2.401.220,00.

Nell’anno in corso sono nate esigenze legate ai necessari rinnovi, all’usura dei capi già assegnati giornalmente soggetti a pioggia, smog ed eventi atmosferici, ai cambi taglia e all’aumento delle attività operative finalizzate a servizi speciali (e quindi destinatari di tute operative e Dispositivi di Protezione Individuale (cd DPI), peraltro obbligatori in base al D.Lgs. 81/08 sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.

Per queste ragioni, al fine di impiegare le risorse economiche assegnate entro l’anno di competenza come previsto dalle attuali regole di armonizzazione di bilancio, sono state predisposte alcune procedure sulla piattaforma elettronica del MePA per un importo complessivo di Euro 994.880 IVA esclusa (1.193.760,95).

Nell’articolo in oggetto si parla di guanti “in pelle nera”, ma le forniture citate si riferiscono a guanti anti-taglio (DPI), necessari ai fini della protezione e della sicurezza dei dipendenti che svolgono servizi legati ad attività di sgombero di aree occupate abusivamente, controllo villaggi solidarietà e assistenza emarginati.

Cover

Le “cover” citate nell’articolo, hanno la funzione di garantire una maggior durata agli smartphone “Street Control” utilizzati giornalmente dagli agenti. La spesa è quindi stata affrontata al fine di una saggia salvaguardia di un bene, non personale, bensì dell’Amministrazione. Anche questa gara (n. 250 custodie rigide e n. 250 pellicole protettive), ancora in corso, è pari ad Euro 7.500,00 IVA esclusa, importo soggetto a ribasso.

Berretti

 La fornitura, pari a n. 5.990 pezzi, tra berretti per il personale maschile e femminile, di foggia estiva ed invernale, sarà appena sufficiente a soddisfare le esigenze di rinnovo di accessori che subiscono una particolare usura, soprattutto per il personale che svolge prevalentemente servizio esterno.
Cinturoni – L’articolo di cui trattasi cita una quantità errata (e peraltro non ancora ordinata per i motivi sopra esposti) di n. 7.460 pezzi. In realtà la fornitura in corso di aggiudicazione è prevista per 6.500 cinturoni che consentirà di sostituire l’accessorio in questione a tutto l’organico attuale, eventuali ma imminenti nuove assunzioni ed una esigua opportuna riserva. L’accessorio è di nuova foggia e presenta caratteristiche più resistenti all’usura rispetto a quello attualmente in dotazione.

Camicie

Per quanto attiene alla gara relativa alle camicie, anch’essa ancora in corso di espletamento, si rileva che la fornitura prevede n. 6.500 camicie estive e n. 7.080 camicie invernali per tutto il personale (maschile e femminile), pari mediamente ad una camicia per ogni dipendente, cui vanno aggiunti i capi da assegnare su richiesta del personale che abbia segnalato la particolare usura di quanto già in dotazione.
Magliette polo – E’ in corso la gara relativa alla fornitura di n. 4.860 magliette tipo polo (e non t-shirt di vari modelli, come erroneamente riportato): si tratta di polo a mezze maniche per il personale maschile e femminile, con caratteristiche diverse da quelli già in uso in cotone. Saranno destinate prevalentemente ai dipendenti impiegati in servizi motomontati, nonché in specifici interventi di carattere operativo.

Igienizzanti

 Diversamente da quanto riportato dal quotidiano, l’importo citato si riferisce ad un intero servizio e non a soli prodotti. Si tratta di un contratto ancora in corso, effettivamente stipulato nel 2015, da espletarsi nel 2016 per il servizio presso alcuni locali bagno del Comando Generale.
Pertanto, l’oggetto della fornitura non consiste in 57 deodoranti, bensì in un servizio di noleggio e manutenzione periodica di apparecchiature aventi la funzione principale di sanificare i sanitari. Nella fornitura viene altresì garantita la raccolta e lo smaltimento periodico degli assorbenti igienici (anche questo omesso nell’articolo).
Fotocopiatrici – I prezzi sono quelli stabiliti dalle convenzioni Consip attive al momento dell’adesione e non trattabili, in quanto oggetto di gare svolte a livello nazionale da Consip stessa. Occorre precisare altresì che le apparecchiature in questione vengono utilizzate anche come stampanti e scanner, indispensabile funzione legata alla dematerializzazione degli atti.

Manutenzione veicoli

 Per quanto attiene alla manutenzione dei veicoli in uso al Corpo, sono in corso di espletamento due procedure, rispettivamente finalizzate a garantire l’efficienza di autoveicoli e motoveicoli, per un importo totale a base di gara di Euro 80.000,00, IVA esclusa, soggetto a ribasso

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: