Cronaca

“Dai Municipi un sì ai giochi Roma 2024”. Richiesta dal Municipio XIII

Giochi Roma 2024, domani Consiglio del Municipio XIII alle ore 9.30 in Via Aurelia 470. Gruppo di Fratelli d’Italia per chiedere le Olimpiadi in Capitale.

“A partire dal Municipio XIII, che per primo porterà la richiesta di sostegno ai giochi con un Ordine del giorno da far approvare dal Consiglio municipale rivolto alla sindaca Raggi, auspichiamo che tutte le forze politiche del territorio che hanno a cuore la nostra città possano recepire questa ‘spinta’ dal basso e far giungere al primo cittadino il desiderio e l’imperdibile opportunità rappresentata dai Giochi. Roma 2024 è a portata di mano, ma soprattutto e alla portata della Capitale”.

Così in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia e Marco Giovagnorio, capogruppo di Fratelli d’Italia del Municipio XIII.

“La candidatura alle Olimpiadi di Roma 2024 è indubbiamente un’imperdibile occasione di sviluppo per la nostra città. Lo dicono non solo i numeri in riferimento alle risorse che sarebbero disponibili, ma anche gli studi di fattibilità rispetto all’impiantistica sportiva esistente. I benefici in termini di occupazione sarebbero inestimabili, le periferie sarebbero rilanciate e si metterebbe in atto un processo virtuoso di ammodernamento delle infrastrutture e del patrimonio urbano altrimenti di difficile realizzazione.

In questa settimana che si preannuncia decisiva per le sorti della candidatura olimpica di Roma, sarebbe opportuno far esprimere sul tema tutti i  Municipi della Capitale con un Ordine del giorno con cui si chiede al sindaco Virginia Raggi di sostenere il progetto Olimpico di Roma 2024, e di attivare una rete gestionale per affrontare una strategia comune di sviluppo locale”. Concludono gli esponenti di Fratelli d’Italia.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!