La Filosofia dei Genesis: il nuovo libro di Donato Zoppo

La Filosofia dei Genesis, Voci e Maschere del Teatro Rock di Donato Zoppo. Prefazione di Mario Giammetti, Mimesis Edizioni pubblica il saggio dell’autore campano, dedicato agli spettacoli del leggendario gruppo di Peter Gabriel, tra voci e maschere del teatro rock

Protagonisti indiscussi dell’esperienza progressive, dal 1970 al 1975 i Genesis hanno perfezionato il modulo del teatro rock portando in concerto storie surreali, vicende fantascientifiche, fughe nella mitologia e soprattutto maschere, travestimenti e scenografie uniche nel loro genere. Grazie all’estro di Peter Gabriel e allo straordinario talento di tutto il gruppo, visionarie narrazioni in musica come Foxtrot (1972) e la celebre opera rock The Lamb Lies Down On Broadway (1974) restano un insuperato modello di “rock theatre”.

Il nuovo volume della collana ‘Musica Contemporanea‘ di Mimesis Edizioni – editore tra i più apprezzati e seguiti nel campo della filosofia, della letteratura e delle scienze umane – esplora una delle vicende più significative del rock europeo anni ’70, quella di un gruppo inconfondibile nella spettacolarizzazione dei propri brani. L’autore campano focalizza la propria attenzione sul periodo artisticamente più importante per i Genesis, e nello specifico sui motivi e le caratteristiche della teatralità del gruppo, nei brani in studio e nelle memorabili performance dal vivo di Peter Gabriel. Prefazione di Mario Giammetti.

La Filosofia dei Genesis: il nuovo libro di Donato Zoppo
pp. 116 – 8,00 euro

Donato Zoppo (Salerno, 1975): Giornalista, autore e conduttore radiofonico, scrive per Audio Review, Rockerilla, Jam; dal 2007 conduce Rock City Nights (Radio Città BN). Tra i suoi testi spiccano titoli su King Crimson, PFM, Lucio Battisti.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: