Di Stefano : “Celestino V fa il miracolo, Renzi a L’Acquila”

Fabrizio Di Stefano (F.I.), “dopo tanti annunci vani finalmente Celestino porta Renzi a l’Aquila”

Riceviamo e pubblichiamo

“C’è voluto un miracolo di Celestino V per portare a L’Aquila il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi.” E’ il commento dell’On.le Fabrizio Di Stefano (F.I.), che aggiunge: “Dopo i tanti annunci fatti, tra i quali ricordo i plurimi di D’Alfonso, Lolli, Pezzopane e Cialente, riguardo l’imminente arrivo di Renzi a L’Aquila, alla fine solo Papa Celestino è riuscito nell’impresa. Ma questo perché L’Aquila è di passaggio, di ritorno dal Meeting di Rimini, dove il Primo Ministro sarà presente domani alle 13 per un intervento, e non prima di un’altra sosta a Pesaro, anche lì di passaggio, alle ore 15, come si legge nella nota del Consiglio dei Ministri.

Renzi per noi abruzzesi era diventato come l’araba fenice: tutti ne preannunciavano l’arrivo, ma poi nessuno lo vedeva.
Certo che se paragonato al Presidente Berlusconi, che a L’Aquila è venuto 31 volte, portando gli straordinari risultati che tutti ricordiamo e che nessun Governo successivo ha saputo eguagliare, i risultati di Renzi appaiono un nulla.
Una cosa è certa, fin a quando non scoccheranno le ore 17.30 e il sovrano piede dell’Augusto non poggerà sul suolo aquilano, ritengo che i vertici abruzzesi del PD, con D’Alfonso in testa, staranno tutti col fiato sospeso, come fanno i napoletani quando attendono il miracolo di San Gennaro, a maggio.

Ma stiano tranquilli – conclude l’On.le Di Stefano -, il Premier arriverà, perché solo l’indulgenza plenaria celestiniana, potrebbe consentirgli di essere perdonato per le tante bugie che per un anno ha propinato agli italiani.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: